Pompeo lancia l'altolà alla Russia

Pompeo lancia l'altolà alla Russia

Dunque - ha aggiunto - sospenderemo i nostri obblighi come rimedio efficace nell'arco di 60 giorni, a meno che " Mosca non torni al pieno e verificabile rispetto del trattato". "Gli Stati Uniti dichiarano di aver colto i russi nella violazione del trattato". "La Russia deve ammettere le proprie violazioni". Gli Stati Uniti hanno rispettato il trattato in maniera scrupolosa. "Sta ora alla Russia conservare il trattato Inf", conclude la nota. L'ultimatum formalizzato oggi è legato a "diverse ragioni".

"Le nostre nazioni hanno una possibilità di scelta".

Stoltenberg ha detto lunedì: "sappiamo tutti che il tempo sta per scadere, che questo non è sostenibile, che abbiamo un controllo degli armamenti accordo che è rispettati solo da una parte". "Voglio essere chiaro: l'America difende il principio di legalità". Il capo della diplomazia americana ha anche accusato la Russia di aver violato il Trattato sulle armi nucleari INF. "Ci aspettiamo lo stesso dagli altri". "Per oltre trent'anni - si legge ancora nel comunicato - il Trattato sui missili nucleari a raggio intermedio ha svolto un ruolo decisivo nel mantenimento della sicurezza della Nato".

L'Alleanza atlantica "continua ad aspirare ad una relazione costruttiva con la Russia, qualora le sue azioni la rendano possibile": è quanto si legge al termine di un lungo comunicato pubblicato sul sito della Nato dopo il vertice di Bruxelles, durante il quale il segretario di Stato Usa Mike Pompeo ha denunciato violazioni da parte russa paventando il ritiro degli usa dagli accordi.