Manovra, protesta del Pd davanti a Montecitorio: "Violato decoro istituzioni"

Manovra, protesta del Pd davanti a Montecitorio:

Uno degli argomenti di cui si discute è il blocco dell'aumento del costo dei pedaggi autostradali voluto dal ministero dei Trasporti. Lo ha detto, dopo aver abbandonato per protesta, assieme alle altre opposizioni, la conferenza dei capigruppo, il presidente dei deputati del pd Graziano Delrio.

Anche Forza Italia ha annunciato che sarà nelle piazze e nelle città italiane a partire da gennaio 2019 "per fare un'opposizione durissima e spiegare agli italiani il fallimento di questo governo".

Nel giorno della fiducia alla manovra attesa alla Camera, il Pd protesta fuori da Montecitorio con un presidio contro la legge di bilancio. La richiesta è stata formalizzata in Aula dal ministro dei rapporti con il Parlamento, Riccardo Fraccaro. Poco prima che iniziasse l'esame del testo, il presidente Roberto Fico ha dovuto sospendere la seduta per 10 minuti per le proteste inscenate dalle opposizioni. Tra i presenti anche il capogruppo Graziano Delrio, i candidati alla segreteria Maurizio Martina e Francesco Boccia. Dopo le dichiarazioni i membri della Camera si pronunceranno sulla fiducia imposta dal governo. Fico ha richiama i dem, alzando anche la voce: "Tutti hanno diritto di fare il proprio intervento come voi avete fatto il vostro".

L'8 dicembre la Camera aveva già dato il primo ok alla manovra, che era quindi passata al vaglio del Senato lo scorso 23 dicembre.