Manovra, la Camera approva la fiducia con 330 voti a favore

Manovra, la Camera approva la fiducia con 330 voti a favore

Nel frattempo dall'opposizione prosegue il pressing sulla maggioranza in merito alle scelte politiche effettuate, mentre i Comitati degli esodati incontrano i sindacati in vista del prossimo confronto tra parti sociali e Governo. Il testo dovrà passare ora all'esame del Senato.

Alla ripresa dei lavori dell'aula della Camera, il ministro per i Rapporti con il parlamento, Riccardo Fraccaro, ha annunciato: "A nome del governo, autorizzato dal Consiglio dei ministri, pongo la questione di fiducia sull'approvazione senza emendamenti e articoli aggiuntivi" del testo predisposto dalla commissione Bilancio.

La legge di bilancio per il 2019 sarà infatti quasi interamente riscritta dall'esecutivo guidato da Giuseppe Conte con un maxi-emendamento, atteso per lunedì, quando riprenderà il suo iter nella commissione Bilancio del Senato. A Palazzo Madama sono previste le modifiche più sostanziali alla Manovra, con correttivi che riguarderanno probabilmente i due temi cardine del contratto di governo, e cioè pensioni e reddito di cittadinanza. Su quota 100 e reddito di cittadinanza [VIDEO] si gioca una partita fondamentale non solo per determinare quale sarà l'esito del confronto con Bruxelles sulle coperture, ma anche per capire quale sarà il reale perimetro d'inclusione dei nuovi provvedimenti. Lo annuncia il vicepremier Luigi Di Maio, al termine del vertice a Palazzo Chigi.

In questo senso, ricordiamo che al momento sono stati anticipati possibili risparmi per circa 2 miliardi rispetto ad ogni misura, ma risultano mancanti proprio i dettagli precisi sul loro funzionamento. Non abbiamo dati ufficiali ma siamo convinti che potrebbero servire meno soldi.