IPad Pro piegati, ma per Apple è normale

IPad Pro piegati, ma per Apple è normale

Apple nonostante l'indiscussa qualità del prodotto, in un certo senso segna il passo. Dan ha infatti affermato che i prodotti in questione sono riusciti a rispettare, se non perfino a superare, gli standard di manifattura di Apple. Eppure da allora le segnalazioni sulle nuove tavolette non si sono arrestate, anzi hanno iniziato a provenire da clienti che si sono trovati con il profilo della tavoletta leggermente incurvato fin dall'apertura della confezione. Secondo loro, la leggera piegatura non è altro che un effetto del procedimento manifatturiero.

Da Cupertino spiegano che questa piccola curvatura non dovrebbe quindi peggiorare nel tempo, né tantomeno inficiare le performance del dispositivo stesso.

A tal proposito, gli utenti non sono d'accordo. La curvatura è solo frutto del processo di raffreddamento di componenti metalliche e plastiche.

La società di Cupertino avrebbe riferito che la piegatura sarebbe una "normale conseguenza" durante il processo di realizzazione dei device della mela morsicata. Questa è la spiegazione ufficale di Apple. La caratteristica interessa entrambi i modelli dei nuovi iPad Pro, da 11 e 12,9 pollici, venduti in Italia a prezzi da 900 a poco meno di 2mila euro, in base al modello e al taglio di memoria interna. Il costo di questo dispositivi è determinato da fattori tecnici. Il problema principale, sempre secondo le dichiarazioni di The Verge, sembra affliggere di più alcune versioni rispetto ad altre.

Insistendo sul fatto che in realtà non si tratta di un problema, si è scoperto che alcune versioni dell'iPad Pro 2018 sono più soggette alle deformazioni (come quella con il modulo LTE) perché il telaio metallico contiene anche un po' di plastica sui lati rendendo il tutto più malleabile. In sostanza pare che all'origine del problema vi sia proprio questa causa.