Gilet gialli: 20 feriti, 122 fermi - Ultima Ora

Gilet gialli: 20 feriti, 122 fermi - Ultima Ora

Tensione a Bruxelles alla manifestazione organizzata dai gilet gialli, il movimento di protesta nato in Francia contro il caro-carburanti: alla fine degli scontri tra polizia e dimostranti sono stati effettuati una sessantina di fermi, tra cui quattro arresti. Il portavoce della prefettura di Parigi ha lanciato un appello ai manifestanti pacifici - circa 200 sugli Champs-Elysees stando agli Interni - a rimanere all'interno delle zone protette.

In mattinata c'è stato un lancio di fumogeni: il responsabile è stato messo a terra dagli agenti e immediatamente fermato.

L'episodio ha dato vita così ai primi tafferugli, con gruppi di "gilet gialli" che sono fuggiti nella direzione opposta, verso l'Arco di Trionfo, con il volto coperto per proteggersi dai lacrimogeni; altri manifestanti hanno preso a lanciare fumogeni verso l'Etoile, la piazza che è l'ultima zona aperta alla circolazione prima del blocco sugli Champs-Elyeees. Per la manifestazione non è stata chiesta autorizzazione.

Manifestanti sono stati segnalati in diversi punti del Paese, soprattutto sulle autostrade. Come nelle altre occasioni, si sono formati numerosi blocchi a Nord e a Sud. Un bilancio che potrebbe essere non ancora definitivo.Attorno agli Champs-Elysees i manifestanti dei gilet gialli appaiono questa mattina spaccati in due. Sulla grande avenue qualche centinaio di dimostranti che hanno accettato di farsi perquisire alle barriere dalle forze dell'ordine e che stanno sfilando in corteo. Particolarmente difficile la situazione del traffico nei dintorni di Tolosa.

Dopo 3 ore di tafferugli tra gilet gialli e forze dell'ordine sale a 33 il numero dei fermi nella zona degli Champs-Elysees.