Fattura Elettronica su Servizi Elettronici: non c'è obbligo?

Fattura Elettronica su Servizi Elettronici: non c'è obbligo?

Fattura elettronica e reverse charge: istruzioni in chiaro nelle FAQ pubblicate dall'Agenzia delle Entrate.

"Un'intesa davvero innovativa perché siamo riusciti a trasformare un problema in un'opportunità - afferma Spigno - Ci siamo assicurati un servizio di alta qualità a costi competitivi, compresa l'assistenza per chi deve produrre le fatture elettroniche, e abbiamo anche creato le condizioni per trasformare un costo in fonte di ricavi".

Dal primo gennaio scatterà l'obbligo della fattura elettronica per tutte le imprese, escluse quelle con regimi fiscali agevolati.

Da più fronti era stato chiesto al Governo uno slittamento sulla tempistica di entrata in vigore di tale modo di fatturazione, ma come ripetuto dal Sottosegretario all'Economia non ci sarà nessun differimento della sua entrata in vigore, ma si stanno valutando delle soluzioni per chi non può trasmettere immediatamente. 23, D.P.R. n. 633/72.

Dopo un'introduzione del segretario Rossini, che ha fatto una panoramica delle azioni messe in atto dall'associazione sul tema, sono intervenuti il Dr. Fabio Russo che ha illustrato, in maniera molto chiara e semplice, cosa prevede la normativa e la D.ssa Bianchini di Sabicom Srl che ha mostrato gli applicativi che le imprese di Confartigianato utilizzeranno per la gestione della fattura elettronica.

Per quanto riguarda gli acquisti intracomunitari e per gli acquisti di servizi extracomunitari, l'operatore IVA residente o stabilito in Italia sarà tenuto ad effettuare l'adempimento della comunicazione dei dati delle fatture d'acquisto ai sensi dell'art. 1, comma 916, della legge di Bilancio 2018 (legge 27 dicembre 2017 n. 205), per le fatture emesse a partire dal 1° gennaio 2019.

Massimiliano Spigno, Presidente di Confesercenti Genova, ha infatti costruito un accordo di collaborazione con CompEd Servizi, azienda ligure protagonista a livello nazionale nella progettazione e realizzazione di software d'avanguardia, per offrire ai propri associati FattApp, l'applicazione che rende la fatturazione elettronica facile e veloce come un'app.

La fattura nei confronti degli amministratori dovrà essere emessa in formato digitale XML, che garantisce un maggiore controllo grazie all'invio a un sistema d'interscambio (SDI) appositamente predisposto dall'Agenzia delle Entrate.

Con la circolare n. 13/E del 2 luglio 2018, l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che una modalità alternativa all'integrazione della fattura può essere la predisposizione di un altro documento, da allegare al file della fattura in questione, contenente sia i dati necessari per l'integrazione sia gli estremi della stessa. Si tratta quindi di una facoltà e non di un obbligo.