Devastante terremoto in Nuova Caledonia: magnitudo 7.5, pericolo tsunami

Devastante terremoto in Nuova Caledonia: magnitudo 7.5, pericolo tsunami

Serie di terremoti nella Nuova Caledonia. Gli abitanti sono stati invitati ad allontanarsi e a raggiungere luoghi sopraelevati.

Una fortissima scossa di terremoto di magnitudo 7.5 è stata registrata alle 15:18 ora locale (le 5:18 di mercoledì 5 dicembre in Italia) al largo della Nuova Caledonia, nel Pacifico meridionale.

In Nuova Zelanda, invece, non è stata emessa alcuna allerta tsunami a seguito del sisma: dopo la scossa iniziale, i sismografi statunitensi hanno rivelato altre scosse di assestamento, due delle quali di magnitudo 5,9.

Secondo i dati dello Us Geological Survey, il nuovo sisma ha colpito alle 7.43 del mattino, ora italiana, a 192 chilometri a est-sud-est della città di Tadine, sulle isole della Lealtà, in Nuova Caledonia, con epicentro a dieci chilometri di profondità.

L'alta commissione della Nuova Caledonia ha quindi emesso un allarme tsunami per tutta la Nuova Caledonia, ordinando la "evacuazione immediata" delle persone nelle aree di rifugio e l'"applicazione delle istruzioni di sicurezza". Per quest'ultimo, la strumentazione ha registrato una magnitudo di 6.8 e l'ipocentro è stato individuato anche in questo caso a 20 km di profondità.

Subito dopo è stato lanciato l'allarme tsunami ed è stata evacuata una parte del litorale.