Clima: scontro a Cop24

Clima: scontro a Cop24

Mantenere l'obiettivo prefissato necessita di "cambiamenti rapidi, di vasta portata e senza precedenti in tutti gli ambiti della società".

Cambiamenti climatici: COP24 ferita gravemente. Nel dettaglio, l'Arabia Saudita aveva combattuto fino all'ultimo minuto in Corea per limitare le conclusioni del documento. A Katowice l'erede al trono saudita saudita Mohammed bin Salman ha trovato due potenti alleati nei suoi amici Donald Trump e Vladimir Putin e il servile consenso del Kuwait.

Cop24. Scontro istituzionale a Katowice in Polonia durante i lavori della Conferenza Climatica COP24. La Russia ha dichiarato che "basta osservare", piuttosto che adottare il rapporto, mentre il Kuwait ha dichiarato di essere d'accordo con i sauditi. In attesa che l'arrivo dei ministri dei Paesi partecipanti dia il via libera alle decisioni finali, si è rischiato l'impasse sui contenuti del rapporto del Gruppo intergovernativo dell'Onu sul cambiamento climatico, rilasciato lo scorso ottobre.

Il no al documento dell'ONU ha causato un po' di tensione tra i vari presenti in Polonia. La disputa si è protratta quando i negoziatori si sono incontrati ai vertici della sessione plenaria, cercando di concordare una formulazione di compromesso.

Watkinson si è detto deluso del mancato accordo, ma un negoziatore ha detto che i colloqui continueranno: "Questo è il preludio a un'enorme lotta la prossima settimana". Molti delegati ora sperano che i ministri, che arriveranno oggi, cercheranno di rimettere lo Special Report on Global Warming of 1.5°C dell'Ipcc al centro della Cop24 Unfccc. Tuttavia, i Paesi produttori di petrolio riconoscono che se la comunità internazionale lo prenderà in considerazione, significherà un enorme cambiamento nell'utilizzo dei combustibili fossili. Le politiche governative sono in ritardo rispetto ai loro impegni, e così si viaggia verso un riscaldamento di 3,3 gradi, spiega il rapporto, aggiungendo che se i governi dovessero implementare le politiche pianificate o aggiungerne altre in cantiere, il riscaldamento sarà limitato a 3 gradi entro il 2100.

Mohamed Adow, di Christian Aid, ha detto che "L'intervento africano ha salvato il processo, garantendo che i Paesi insoddisfatti possano ancora far sentire i loro problemi". In realtà si trattava di una mossa strategica. "Proprio per questo spero che non chiuderemo la Cop24 facendoci sfuggire un momento storico".