Udinese-Milan, le formazioni ufficiali: sorpresa per Gattuso

Udinese-Milan, le formazioni ufficiali: sorpresa per Gattuso

Siamo stati un pò sfortunati, pensiamo partita dopo partita. Esplode la festa rossonera alla terza vittoria consecutiva (che vale l'aggancio alla Lazio a 21 punti), un buon antipasto prima del Betis e soprattutto della Juventus. Sembrava uno 0-0 scritto, con l'Udinese più vivace nel primo tempo e il Milan più pericoloso nella ripresa con Castillejo e Suso, ma alla fine la partita la decide il capitano, coraggioso a rubare una palla folle a Opoku e lucido ad involarsi in area avversaria per concludere l'azione con la freddezza di un attaccante. L'Udinese, dopo l'Inter e la Roma, è la squadra più fisica del campionato. "Possiamo fare una bella stagione", ha poi concluso. Dall'altra parte ecco Patrick Cutrone classe 1998, cresciuto nelle giovanili rossonere e entrato in prima squadra sempre nel gennaio del 2017, mostrando fin da subito uno spiccato senso del gol specie in Europa. Con il Pipita fuori combattimento, Gattuso si è giocato la carta Castillejo e ha provato con il 4-2-3-1 e l'ex Villarreal chiamato a far male tra le linee. Con Biglia ko, Bonaventura fermo per un problema, Calabria indisponibile e Cahlanoglu a mezzo servizio il tecnico rossonero conferma il 4-4-2 e punta su Donnarumma tra i pali. Il posticipo dell'11^ giornata di Serie A si è decisa solo all'ultimo secondo di gioco e precisamente al 97′.

Alessio Romagnoli of AC Milan in action during the Serie A match between AC Milan and Juventus at Stadio Giuseppe Meazza on October 28, 2017 in Milan, Italy.

Considerati gli assenti annunciati e i giocatori non al top della condizione, il tecnico bianconero Velazquez non rinuncerà al suo solito 3-5-2 per disegnare le probabili formazioni Udinese-Milan di questa sera. Ballottaggi aperti anche nella mediana a 5: qua infatti paiono sicuri della maglia da titolare solo Fofana e Mandragora al centro oltre che Stryger atteso sulla fascia esterna. Episodio che invece arriva clamorosamente al 96′. Davanti, confermatissimi, De Paul e Lasagna. Passando in rassegna i vari reparti, notiamo che quello più deficitario è quello della difesa. In avanti la premiata ditta del gol composta da Higuain e Cutrone.