Trump zittisce un reporter CNN

Trump zittisce un reporter CNN

Una versione che però è stata smentita anche dai colleghi del reporter. "Io governo, tu pensa alla Cnn", ha proseguito il presidente cominciando a passeggiare nervosamente avanti e indietro, mentre il personale della Casa Bianca cercava di togliere il microfono al giornalista.

Dopo il battibecco con Trump, Acosta ha scoperto che il suo accredito stampa alla Casa Bianca gli è stato revocato.

Nel sospendere l'accredito di Acosta, la Casa Bianca ha spiegato appunto che la decisione è legata al contatto fisico fra Acosta e la stagista.

"In serata mi hanno negato l'accesso, sono stato fermato ai cancelli dagli agenti dei servizi segreti che mi hanno chiesto di riconsegnare il mio pass".

"Il presidente Trump non rispetta la libertà di stampa, ma ha giurato di proteggerla". Il video a cui Dornic fa riferimento è quello twittato da Sarah Huckabee Sanders, la portavoce della Casa Bianca, ed è lo stesso - riporta Nbc - pubblicato da Paul Joseph Watson, giornalista di Infowars, il media dell'ultradestra.

I toni si sono accesi quando il giornalista ha affermato di non condividere la definizione di "invasione" che il presidente ha attribuito alla carovana. "Se lei lavora meglio, lavoro meglio anche io". Sempre durante la stessa conferenza, Trump ha zittito altri giornalisti che cercavano di porre domande.

"Gli attacchi alla stampa da parte del presidente Trump non sono solo pericolosi, sono non-americani in maniera inquietante", ha replicato la Cnn. Nel 2015 e nel 2016, il comitato elettorale di Trump aveva rifiutato di concedere gli accrediti ai giornalisti di diverse testate, tra cui Washington Post e BuzzFeed.