Terreni gratis a chi fa il terzo figlio

Terreni gratis a chi fa il terzo figlio

Così un articolo della manovra prevede che alcuni terreni dello Stato e dei comuni vengano "concessi gratuitamente per un periodo non inferiore a 20 anni ai nuclei familiari con terzo figlio nato negli anni 2019, 2020, 2021". Come detto, per questi nuclei familiari "è concesso, a richiesta, un mutuo fino a 200.000 euro per la durata di 20 anni, ad un tasso pari a zero, per l'acquisto della prima casa in prossimità del terreno assegnato".

"Assieme ai colleghi Erika Stefani e Lorenzo Fontana - ha spiegato Gian Marco Centinaio, ministro delle Politiche Agricole, intervenendo su Rai 2 - stiamo cercando di elaborare una proposta da inserire nella manovra economica, che permetta alle famiglie desiderose di avere un terzo figlio di poter contare su un reddito aggiuntivo".

Quali sono le terre destinate alle famiglie numerose?

Questa una delle novità più discusse inserite dal governo nell'ultima bozza della legge di bilancio 2019 che oggi approda alle Camere.

Nel dettaglio, ad essere assegnati alle famiglie che mettono al mondo un terzo figlio nel triennio che va dal 2019 al 2021 saranno per il 50% i terreni agricoli - o anche di vocazione agricola - di proprietà dello Stato, e per l'altro 50% i terreni che si trovano in aree abbandonate o incolte del Mezzogiorno, come quelli situati in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. O anche alle società costituite da giovani imprenditori agricoli "che riservano una quota societaria ai predetti nuclei familiari pari al 30%".

La concessione gratuita del terreno agricolo non è l'unica agevolazione prevista dal nuovo bonus terzo figlio.

All'interno della bozza della manovra, infatti, è al vaglio la concessione di terreni gratis ai genitori prossimi a diventarlo per la terza volta. La famiglia, quindi, dovrà pagare la sola quota capitale del debito, al netto degli interessi.