Serie A, Milan: l'infortunio di Caldara è più grave del previsto

Serie A, Milan: l'infortunio di Caldara è più grave del previsto

L'infortunio occorso al difensore ex Atalanta, è più grave del previsto, tanto da portare la società rossonera a sondare il mercato alla ricerca di un centrale per gennaio, anche a causa del possibile addio di Zapata. Il nuovo stop di Mattia Caldara, che ne avrà per tre mesi, ha convinto la dirigenza meneghina ad attivarsi per rinforzare il reparto arretrato a stagione in corso. Al momento si tratta solo di sondaggi per capire le intenzioni bianconere, ma una cosa è certa, Leonardo è sempre attivissimo. Caldara potrebbe restare fuori per i prossimi 3 mesi e tornare quindi a disposizione solamente a febbraio. Il giocatore si è infatti infortunato ed ha uno strappo di tre centimetri al polpaccio.

L'unica in rossonero peraltro risale al 20 settembre, ormai più di un mese fa, quando il difensore aveva giocato 90' in Europa League sul campo del modesto Dudelange senza sfigurare. Per il debutto di Caldara a 'San Siro' con la maglia del Milan, invece, ci sarà da attendere ancora a lungo. Alla luce degli esami strumentali a cui si è sottoposto, come comunica il club, "il giocatore dovrà rimanere a riposo con arto in scarico e con tutore per tre settimane, periodo in cui verrà sottoposto a rivalutazioni specialistiche a migliore definizione dell'iter terapeutico e prognostico".