Samsung presenterà lo smartphone pieghevole entro la prossima settimana

Samsung presenterà lo smartphone pieghevole entro la prossima settimana

Alla scorsa Samsung Developer Conference l'azienda sudcoreana ha svelato il concept dei suoi nuovi display Infinity, rompendo per la prima volta gli indugi relativamente all'uso del notch sui suoi smartphone. Peraltro, nella conferenza finanziaria di qualche giorno fa, il dirigente Lee Kyeong-tae ha spiegato che la società avrebbe di lì a poco mostrato alcune delle funzionalità dell'interfaccia utente di uno smartphone pieghevole, e come la stessa UI si adatterà invece quando lo stesso telefono assumerà da aperto le sembianze di un tablet. Gli utenti ora possiedono uno smartphone compatto che si apre per rivelare uno schermo immersivo più ampio per il multitasking e la visualizzazione dei contenuti. Molto piccolo rispetto ai tablet delle ultime generazioni, ma più che sufficiente per riprodurre in modo indipendente tre applicazioni affiancate: un prodotto che vediamo bene per utenza business ma che potrebbe essere anche un'efficiente macchina da gioco. Inoltre, gli utenti possono navigare, guardare video, connettersi e fare multitasking senza perdere tempo, utilizzando contemporaneamente tre app attive sul display più grande.

Infine, occorre evidenziare che, qualora disponiate di un Samsung Galaxy con cui non avete effettuato un backup per più di un anno, a quel punto dovrete prendere atto che Samsung eliminerà gli archivi dei backup che lo riguardano.

Il progetto di Samsung è appoggiato anche da Google, con Android che supporterà presto questa nuova tipologia di dispositivi. Tutto cambierà con essi e la possibilità di utilizzare la medesima interfaccia grafica ma su device più grandi deve garantire la migliore esperienza di utilizzo. Telefoni capaci di ampliare la loro superficie utilizzabile solo ed esclusivamente al bisogno. Samsung sembra essere in pole position da questo punto di vista e quello che ha fatto vedere in anteprima alla conferenza per gli sviluppatori è senza dubbio un punto di partenza importante in attesa del nuovo Samsung Galaxy X che vedremo forse già al CES 2019 ad inizio anno.