Napoli, Ancelotti: ''Psg forte, ma noi sappiamo cosa fare''

Napoli, Ancelotti: ''Psg forte, ma noi sappiamo cosa fare''

"Una cosa è certa, sarà una bella partita". No, non cambia la vigilia e nemmeno il nostro approccio alla gara.

Carlo Ancelotti: "La vigilia non cambia, il gruppo sta bene". La sfida col Psg ha un fascino particolare, coinvolgente. "Ma l'ambiente ha la carica giusta per cercare di fare il meglio".Che Psg si aspetta dopo la sfida dell'andata?".

"Formazione avversaria? Nella partita d'andata hanno utilizzato due strategie diverse, ora sinceramente non so quale utilizzeranno". È molto difficile vincere, perché ci sono ovviamente le migliori squadre e tante di queste sono attrezzate seriamente per vincere. "Sono contento, l'ho detto tante volte, è un gruppo che mi piace allenatore perché mi dà motivazioni e entusiasmo. In questo momento è tutto indecifrabile". E' sempre un piacere ritrovarlo e rivederlo. "Ho grande rispetto per il professionista e per l'amico".

E' il momento giusto per affrontare il PSG?

"Non è mai il momento giusto per affrontare le grandi squadre, abbiamo grande rispetto di una compagine fortissima". Abbiamo molto rispetto per il Psg. Aver fatto bene all'andata ci dà maggiore convinzione, ma resta una gara difficilissima. "Vogliamo ripetere quanto abbiamo fatto al Parco dei Principi".

"Sono passati parecchi anni, quando c'ero io allenavo a Parigi c'era una squadra in costruzione, ora il progetto si è realizzato e manca poco per l'obiettivo di vincere la Champions League".

L'edizione odierna di Repubblica racconta un simpatico retroscena legato a Lucas e Bautista Cavani che domani saranno allo stadio per vedere papà Edinson: "Da una parte l'amore per il padre- campione, che ritorna da avversario con la maglia del Psg, e dall'altra la passione già forte per i colori del Napoli, bandiera della città in cui vivono e che li ha adottati con affettuosa discrezione, aiutandoli a crescere in un rispettoso anonimato". Credo che il girone resta ancora molto equilibrato ed incerto. "Ma giocheremo senza fare calcoli, le grandi squadre giocano per vincere e non facendo speculazioni sulla classifica".