Milan, Higuain: "Ibra? Ben venga, io non ho nessun mal di pancia"

Milan, Higuain:

È la carica di Gonzalo Higuain alla vigilia della gara di Europa League contro il Dudelange: "Contro la Juventus ho sbagliato, non è stata certo una bella immagine - dice il Pipita a Sky Sport -. Ma non sono né arrabbiato, né nervoso". Higuain non si dà un voto ("E' vostro compito, non mio"), non commenta quanto accaduto tra River e Boca ("Siamo qui per parlare di Milan") e ammette "l'importanza" del momento. "È sempre buono avere giocatori con questa mentalità vincente, ma dipende dalla società più che da me". C'è rispetto, abbiamo un bel rapporto, diciamo quello che pensiamo. "Ovviamente non mi fa bene stare fuori, ho tanta voglia di giocare e di aiutare il Milan a centrare gli obiettivi". Se una società ti acquista vuoi dimostrare che non ha sbagliato con te. Faccio ciò che mi chiede, nel carattere siamo due persone simili. "Io ho chiesto scusa e sicuramente non succederà più, ora dobbiamo guardare avanti perché ci attende un mese molto importante". "Sono da 13 anni in Europa e ho voglia di dimostrare che lo sbaglio con la Juve mi ha fatto migliorare ancora, ma non di riscatto perché sono in Europa da 13 anni".

Milan, Gattuso: 'Bene Mauri, mi spiace per Bertolacci. Fastidio alla schiena per Higuain, Bakayoko e Paquetà...' VIDEO
Milan-Dudelange: 5-2. Prima l'incubo, poi la rimonta

"Speriamo. Dopo l'ultima sosta ci siamo allenati molto bene, so di poter tornare a fare gol ed aiutare il mister". Io non mi devo riscattare e nemmeno il Milan. "Ma io mio titolo è buono, sano. Posso dare molto di più al Milan". Poi vero, il calcio è fortuna e destino. "Noi intanto dobbiamo proseguire su questa strada". Poi quello che succede a gennaio è un lavoro della società. Il Milan per la sua storia e per quello che ha fatto deve avere l'obiettivo di arrivare lontano in tutte le competizioni che gioca.