Michael Schumacher, parla l’Arcivescovo: "Sente l’amore delle persone intorno a lui"

Michael Schumacher, parla l’Arcivescovo:

L'arcivescovo e prefetto della Casa Pontificia è andato a fargli visita e l'ha trovato così. Parole che arrivano dall'arcivescovo e prefetto della Casa Pontificia Georg Gänswein, braccio destro di Papa Ratzinger e prefetto della casa Pontificia che, in una intervista a Bunte, ha rivelato nuovi dettagli sulle condizioni di Michael Schumacher. "Mi sono presentato e ho detto che sono un suo fan, che ho spesso visto le sue corse, che mi affascinava vedere come un uomo su un'auto del genere potesse tenere quelle velocità e guidare in ogni situazione climatica". Poi sono seduto di fronte a lui, l'ho toccato con entrambe le mani, l'ho guardato e gli ho fatto il segno della croce col suo pollice sulla fronte.

E anche noi ci uniamo, come sempre, alle preghiere per la rapida guarigione di Michael Schumacher, con la speranza che possa presto parlare o mettersi in contatto con chi lo ha seguito sulle piste, per tantissimi anni. "Non me la sono sentita di pregare con lui, perché non sapevo se lo volesse".

Michael Schumacher "sente l'amore delle persone che sono intorno a lui e che grazie a Dio lo tengono lontano dai curiosi". Una persona malata ha bisogno di discrezione e comprensione. In effetti, non si può negare che si tratti di un argomento molto delicato. La famiglia è un nido protettivo di cui Michael ha bisogno: "la loro vicinanza è fondamentale". Sua moglie è l'anima della famiglia.

Nel 2013, il campione di Formula Uno Michael Schumacher è stato coinvolto in incidente sulle Alpi francesi mentre era in vacanza con la sua famiglia. "Il Natale è la festa della nascita di Cristo, l'incarnazione dell'amore divino".