Manovra, la mediazione nell’Eurogruppo per evitare il "processo" all’Italia

Manovra, la mediazione nell’Eurogruppo per evitare il

"Se vogliamo alimentare il dibattito politico magari anticipando i tempi rispetto alle elezioni europee'.ma 'non credo che un Commissario Ue debba partecipare a questo dibattito", ha concluso. Nel giorno in cui a Bruxelles si svolge la riunione dell'Eurogruppo, il vertice tra i 19 ministri dell'economia della Zona euro, la manovra italiana è necessariamente al centro della scena anche se non è questa la sede in cui saranno prese decisioni definitive sulla procedura di infrazione che Roma rischia dopo la bocciatura arrivata dalla Commissione. Secondo le regole dell'UE, nessun paese dovrebbe avere un deficit di bilancio superiore al 3% del prodotto interno lordo o debito superiore al 60% della produzione e quelli che non rientrano in tali limiti devono fissare obiettivi annuali per mostrare che si stanno muovendo nella giusta direzione. La linea di Moscovici e Centeno è condivisa dal vicepresidente della Commissione, Valdis Dombrovskis, che ha ripetuto come "il bilancio italiano devia in misura considerevole dalle regole, e dunque serve una correzione considerevole". Di fatto, prima della riunione dell'Eurogruppo dedicata alla proposta italiana della legge di bilancio, Moscovici ha detto che la manovra non è buona per il popolo italiano in quanto, facendo salire il debito, andrà a detrimento dei più poveri.

Tria, scrive Il Messaggero, farà entrare nel pacchetto della trattativa anche le spese di risanamento dei danni causati dal maltempo e proverà a convincere i partner europei che il 2,4% di deficit/pil è il tetto massimo che l'Italia si impegna a non superare. "Non voglio neppure immaginare che la Commissione Ue sia condizionata da valutazioni di ordine politico che riguardano prospettive inappropriate da discutere in sede istituzionale", ha spiegato il presidente del Consiglio in conferenza stampa ad Algeri rispondendo a una domanda sulle nuove critiche mosse da esponenti europei alla manovra italiana.

Giuseppe Conte non ha affatto gradito il commento e ha replicato che "la libertà delle idee è importante ma mi aspetto da un commissario europeo un atteggiamento cauto". Conoscete la posizione del governo: ci sediamo" al tavolo con l'Europa, per un "dialogo franco e costruttivo.

"Non rispondo alle dichiarazioni ogni volta". I progetti dell'Italia peggioreranno di 0,8 punti percentuali del PIL mentre la Commissione ha richiesto un miglioramento di 0,6 punti percentuali. E se l'Italia dovesse presentare la stessa bozza di manovra? "Se la zona euro è destabilizzata, se abbiamo problemi finanziari, saranno i francesi a soffrirne".

Fonti autorevoli hanno confermato al Corriere che Centeno è stato in stretto contatto con Tria, la Commissione europea e vari ministri.