Laura Castelli e la tipografia dei segreti

Laura Castelli e la tipografia dei segreti

La deputata dei 5S, a proposito della misura prevista nel contratto di governo, ha affermato: "Il reddito di cittadinanza partirà tra la fine di marzo e l'inizio di aprile. E chi le sta stampando?".Queste due domande di Lilli Gruber hanno fatto vacillare la sottosegretaria al ministero dell'Economia e delle Finanze. Abbiamo impiegato questi mesi di lavoro perché venisse composta la struttura e si facessero dialogare tutti gli attori coinvolti.

La parlamentare ha confermato che i beneficiari saranno circa cinque milioni e mezzo.

Alla domanda poi su quale soggetto avrebbe ricevuto l'incarico della stampa, il sottosegretario sembra essersi trovata impreparata: "Eh, quando pubblicheremo il progetto completo e avrete il testo si vedrà chi e tutti i dettagli", ha glissato.

A essere colpiti maggiormente, quindi, sarebbero i migranti regolari che mandano i risparmi accumulati alle proprie famigle.

Ma anche, facendo riferimento al film La banda degli onesti con Totò e Peppino De Filippo: "Eravamo io, Laura Castelli e Di Maio quando siamo andati a far stampare le tessere per il R.d.C. (reddito di cittadinanza, ndr) e vi dico pure dove: dalla tipografia Lo Turco".

Da sottolineare la diversità del background e del curriculum dei due esponenti: se Laura Castelli ha conseguito un diploma di ragioniera e una laurea triennale in economia, lavorando successivamente nello studio di famiglia e come "addetto alla sicurezza presso lo Stadio Comunale di Torino", Pier Carlo Padoan ha ricoperto ruoli al Fondo Monetario Internazionale, all'Ocse, e di docente di Economia nelle università di Roma, di Bruges e Varsavia, di Bruxelles, di Urbino, di La Plata e di Tokyo. Ma lei lo sa chi le sta stampando?