Il trionfo di "Pecco" Bagnaia: il pilota torinese è campione del mondo

Il trionfo di

In sella alla sua moto tedesca Kalex numero 42, nel team di Valentino Rossi Sky Team VR46, lo stesso appunto di Marini, Bagnaia succede quindi all'altro italiano Franco Morbidelli, campione del mondo 2017. Un successo raggiunto al termine di una gara molto agguerrita che ha visto il chivassese partire dal sesto posto e chiudere il gran premio al terzo posto preceduto dall'avversario di Miguel Oliveira che però non è riuscito nell'intento di strappargli dalle mani il primato mondiale. Tutti incollati ai televisori i tantissimi fans di questo prodigio che dal prossimo anno correrà in MotoGp, non i grandi di questo mondo sportivo. Il giovane pilota dello Sky Racing Team VR46, di Valentino Rossi, è arrivato terzo nell'ultima gara, ma questo non gli ha impedito di ottenere il suo primo titolo iridato. "E' un titolo fantastico, che abbiamo vissuto giorno dopo giorno, tutti insieme - ha detto Rossi a - Lo scorso anno, il suo primo in Moto2, mi aveva subito impressionato, sapevo che poteva far bene, ma non mi aspettavo che il mondiale arrivasse già in questa stagione". Quest'anno è stato incredibile, sono anche un po' invidioso ha fatto cinque podi, io anche ma non ho mai vinto. "Avevamo fatto un bel lavoro col team, anche in Moto3 siamo andati forte, ma alla fine il mondiale lo vince solo uno, ma anche gli altri sono contenti", ha continuato poi il Dottore parlando del fratello minore.

Il torinese Francesco "Pecco" Bagnaia, 21 anni, ha conquistato il titolo di campione del mondo di Moto2 sul circuito di Sepang in Malaysia, dopo una stagione da record.

L'ultimo giro ho urlato, ho pianto iniziando a realizzare che dopo la bandiera a scacchi sarei diventato Campione del Mondo.