Ibrahimovic: Futuro? Il Milan mi piace, vedremo. Ma a LA sto bene

Ibrahimovic: Futuro? Il Milan mi piace, vedremo. Ma a LA sto bene

Se non fai bene la prima diranno tutti che non servi a nulla. La squadra ha saputo soffrire su un campo difficilissimo, dobbiamo fare i complimenti alla squadra per come ha saputo soffrire, sono convinto che il Milan crescerà.

Negli ultimi giorni è tornata a farsi sentire l'indiscrezione che vorrebbe Zlatan Ibrahimovic vicino al rientro al Milan. Dalla Juventus e i tempi duri di chi deve inserirsi nel calcio che conta alla Premier League, passando per il Pianeta da cui arriva.

"Quando ero giovane non era così importante segnare". Da Corte Lambruschini non filtrano né conferme né smentite ma la sensazione è che l'uscita di questa notizia abbia turbato una trattativa o comunque un discorso che sta andando avanti da qualche giorno. Milan-Ibra, ci (ri) siamo. Antonio Romei, avvocato della società e braccio destro di Massimo Ferrero, sembra però di tutt'altra opinione: "Non mi risulta che nessuno abbia incontrato Raiola".

"Quando scelsi di andare in Inghilterra, mi consultai con diversi giocatori. Mi hanno restituito il sorriso e per questo volevo sdebitarmi" ha continuato lo svedese.

"Allo United mi sentivo come Benjamin Button: stavo diventando più giovane. Giocatori incredibili, con i quali ho avuto la fortuna di giocare e di vincere", ha aggiunto l'attaccante svedese. Tuttavia c'è una foto dei miei piedi: è un promemoria per la mia famiglia, perché loro li hanno creati. "Se non li fai, non abbiamo bisogno di te'".

"Credo che tutti i campioni alzino il livello del nostro campionato".