Elezioni Usa, Trump perde la Camera ma esulta: ecco perché è soddisfatto

Elezioni Usa, Trump perde la Camera ma esulta: ecco perché è soddisfatto

Dopo le elezioni di Midterm che hanno permesso ai Democratici di riconquistare il controllo della Camera, Donald Trump lancia un preciso avvertimento ai dem e, su Twitter, minaccia ritorsioni contro di loro.

La Camera americana si è tinta di rosa in queste elezioni, vedendo la cifra record di elette.

Riguardo ai temi ambientali, il presidente che ha dichiarato l'uscita unilaterale degli Stati Uniti dagli accordi di Parigi sul clima ha usato toni inaspettatamente moderati: "Vogliamo acque chiare e cristalline e aria pulita", perché "l'ambiente è molto importante per me".

La democratica progressista Alexandra Ocasio-Cortez è stata eletta nel suo distretto per la Camera nello stato di New York e con i suoi 29 anni diventa il più giovane membro del Congresso della storia americana.

La prima vittoria per i democratici alle elezioni di metà mandato 2018.

Cosa sono le elezioni midterm? In certi casi, in situazioni molto particolari, come quella di questa coppia di sposi di Puebla - lei messicana, lui honduregno residente da tempo in Messico: "Sì, gli ho detto, invita i tuoi compatrioti, e sono venuti tutti quanti". Un anno e mezzo dopo la prima marcia della nostra generazione, l'energia dal basso sta crescendo.

La conferma della maggioranza al Senato consentirà ai repubblicani di continuare ad approvare le nomine dei giudici conservatori, alla Corte Suprema e negli altri tribunali; controllare la linea della politica estera; e difendere Trump dalla possibile procedura di impeachement. La novità è che però raramente un presidente americano si era presentato all'appuntamento elettorale di midterm con dati economici così eccezionalmente positivi: crescita oltre il 2%, disoccupazione sotto il 4%, Borsa cresciuta di quasi il 20 per cento in due anni pur con le correzioni delle ultime settimane.

Virtualmente al riparo dalla procedura di impeachment, Trump appare ben posizionato per tentare la rielezione fra due anni. E a fargli da traino potrebbe essere il più carismatico Andrew Gillum, se questi dovesse diventare il primo governatore afroamericano del Sunshine state ai danni del falco e ' Trump stylè Ron DeSanctis. La 42enne ha vinto l'elezione in Michigan per la Camera dei Rappresentanti. Omar, che aveva già conquistato la copertina di Time, sarà la prima rifugiata africana e la prima ad indossare l'hijab al Congresso, diventando "il peggior incubo di Donald Trump".

NEW YORK Donald Trump non accetta le mezze misure. Mentre non ce l'hanno fatta a imporsi nelle sfide chiave per il Senato, in Texas e in Florida.

Christine Hallquist è invece la prima transgender a correre come governatore per il Vermont. I suoi parenti in Cisgiordania hanno salutato la notizia con un misto di orgoglio e speranza che sarà in grado di sfidare l'amministrazione degli Stati Uniti, ampiamente considerata ostile ai musulmani e alla causa palestinese. "Grazie a tutti". E' vero infatti che ha evitato il disastro dell'onda blu, aiutando molti candidati senatori e governatori a vincere, e consolidando così la sua presa sul partito in vista delle presidenziali del 2020.

TRUMP - "Una notte di straordinari successi".

La portavoce della Casa Bianca Sarah Sanders ha ricalcato le parole del tyacoon, definendo "l'onda azzurra" dei democratici "una increspatura".

"Gli ebrei americani come me - non ortodossi, non repubblicani, che sono almeno i tre quarti del totale - tendevano a considerare la palese inclinazione di Netanyahu a prendere le distanze da noi come un calcolo". Ma in casa democratica, nonostante la delusione per qualche risultato mancato, c'è aria di rivincita.