Elezioni Usa di Midterm, al via l'Election Day

Elezioni Usa di Midterm, al via l'Election Day

Il democratico Tim Kaine, candidato vicepresidente con Hillary Clinton nel 2016, ha vinto il seggio al Senato in Virginia, secondo le proiezioni della Cnn.

Se il presidente Donald Trump ha twittato: "Eccezionale successo stanotte, grazie a tutti", anche l'italo-americana Nancy Pelosi, capogruppo democratica alla Camera, ha espresso la sua soddisfazione: "Grazie a voi domani sarà un nuovo giorno in America. Il Congresso democratico lavorerà per soluzioni che ci portino insieme, perché ne abbiamo abbastanza di divisioni", ha dichiarato. Il responso delle urne consentirà all'opposizione a Donald Trump di recuperare il controllo di parte del Congresso e di meglio controllare e contrastare il Presidente. "Non si tratta solo di una vittoria dei democratici, è la vittoria delle regole costituzionali, dei controlli sull'amministrazione Trump".

Qui la mappa è del tutto diversa: si vota solo in un terzo degli stati americani, e sono stati tendenzialmente molto più conservatori della media del paese. "Solo cinque volte negli ultimi 105 anni - afferma Stein nella dichiarazione riportata da Trump - un presidente in carica ha vinto seggi al Senato nelle elezioni midterm". Tra loro c'è la 29enne democratica Alexandria Ocasio-Cortez, la donna più giovane mai eletta al Congresso americano; la democratica Rashida Tlaib, figlia di immigrati dalla Palestina, la prima donna musulmana ad essere eletta al Congresso; e la democratica Sharice Davids, la prima donna nativo-americana in Congresso. È ampiamente possibile, per esempio, che un partito prenda il 55 per cento dei voti su base nazionale alla Camera e non ottenga la maggioranza: bisogna vedere come quei voti sono distribuiti collegio per collegio. Come previsto nei sondaggi, dopo otto anni, i democratici hanno riconquistato la Camera dei Rappresentanti persa nel 2010, a metà del primo mandato di Barack Obama. Ma in casa democratica, nonostante la delusione per qualche risultato mancato, c'è aria di rivincita. Entrambi sono stati sconfitti, lasciando gli stati in mani repubblicane, anche se in Georgia ci sono stati numerosi rapporti di seggi guasti che potrebbero aver danneggiato il voto delle minoranze etniche e in Florida la campagna ultra-conservatrice e pro-Trump di Ron DeSantis è stata accusata di toni razzisti. La Casa Bianca valuta positivamente la situazione attuale. La 'corsa', in un quartiere periferico del nord della Virginia dove Hillary Clinton aveva vinto per 10 punti percentuali nel 2016, era considerata cruciale per le speranze repubblicane di mantenere il controllo della Camera.

La democratica Elizabeth Warren, papabile candidata alla presidenziali 2020, ha vinto le elezioni in Massachusetts per il Senato. Al Senato - dove si rinnovano 35 seggi, in maggioranza al momento dei democratici, alcuni in stati a maggioranza Gop - il partito del presidente Donald Trump sta registrando delle importanti vittorie, conquistando quattro seggi che erano dei democratici, in Indiana, Missouri, Floria e North Dakota. Menendez ha battuto il repubblicano Bob Hugin. In Utah è stato eletto senatore Mitt Romney, ex candidato repubblicano alla Casa Bianca. E' la proiezione dei media americani. Greg Pence correva in Indiana e nel corso della sua campagna ha assicurato che se avesse vinto avrebbe appoggiato l'agenda del presidente Donald Trump. Si e' presentato nell'hotel Hilton Post Oak di Houston, in uno dei quartieri piu' esclusivi della citta', per la festa della vittoria distribuendo copie della Costituzione americana con sulla copertina stampata la sua faccia. E' stata eletta deputata a New York a soli 29 anni. E' la proiezione della Cnn.