Dibba attacca: "Renzi e Boschi facce da c..."

Dibba attacca:

"Lei, signor Di Maio, è sotto riflettori per storie davvero brutte: lavoro nero, incidenti sul lavoro, sanatorie, e condoni edilizi".

"Quando ho visto il servizio delle Iene sulla famiglia Di Maio mi sono imposto di non dire nulla". Mario Calabresi affronta la questione della libertà di stampa dicendo: "Non mi preoccupa il linguaggio di un ministro o di Di Battista (contro i giornalisti definiti infami sciacalli e puttane, ndr), ma l'idea che i giornali diano fastidio". Ma io mi domando: chiedi scusa de che ... "Luigi Calabresi era mio padre, che, come saprà, non c'è più da 40 e rotti anni". "A me - conclude - dei padri non me ne può fregare di meno". Se vogliamo parlare dei figli, confrontiamoci sulla politica.

A difendere Boschi e Renzi intervengono anche altri esponenti del Pd. Anzi l'ho sempre preso come un modello di onesta', di attenzione alla politica, un rivoluzionario nel senso bellissimo del termine. I giornali, che sono uno dei primi poteri, anzi provano a diventare il primo potere di indirizzo, non tollerano chi li attacca. "Solo una serie sconclusionata e vergognosa di insulti contro Matteo Renzi e Maria Elena Boschi, colpevoli, secondo il personalissimo e sommario tribunale rappresentato dalle sue dirette Facebook, di aver essersi augurati per il padre di Di Maio un trattamento diverso da quello che Di Maio ha riservato ai loro". E adesso che non è stato condannato?