Charleston: la moto che celebra i 70 anni della Citroën 2CV

Charleston: la moto che celebra i 70 anni della Citroën 2CV

Il lancio del progetto è avvenuto a maggio seguito, a luglio, dal viaggio a Gonzaga, al Raduno Nazionale delle bicilindriche, luogo ideale dove trarre ispirazione e cogliere lo spirito di migliaia di appassionati e proprietari di 2CV che alimentano quotidianamente la passione per quest'icona dell'auto.

Il preciso obiettivo dell'operazione è stato quello di dare alla moto un imprinting stilistico che richiamasse immediatamente le linee della 2CV, ma senza effettuare interventi invasivi su telaio, ciclistica e motore della moto originale.

La Charleston nacque infatti dai disegni del pittore Serge Gevin, un collaboratore del pubblicitario Bob Delpire, un genio nel suo campo che fece la fortuna del marketing di Citroën.

Con la serie speciale Charleston, arrivata sul mercato nel 1981, Citroen proponeva un omaggio agli anni Venti, decennio che tra le altre cose viene ricordato per la diffusione del jazz: Charleston è il nome di un ballo che si caratterizza per il suo andamento veloce e brillante, perfettamente associabile al brio e al dinamismo espressi dalla vettura.

A costruirla la South Garage, con tantissimi particolari direttamente ripresi dalla quattro ruote, come il parafango posteriore che sembra preso da una vera 2CV Charleston.

Tra tutte le serie speciali, sicuramente la Charleston è quella più conosciuta e di maggiore successo.

La moto riprende in maniera chiara le linee ed i colori della 2CV Charleston a cui è ispirata.

Nella parte dietro sono proposti i parafanghi della vettura, con le loro inconfondibili forme arrotondate. Precedentemente verniciate sono poi state ri-accoppiate al corpo centrale della moto, affiancate dai para-tacchi.

E' stato installato un originale porta-pacchi cromato che richiama il logo Citroën, il " double chevron ", a forma di due V sovrapposte rovesciate che rappresenta uno speciale ed innovativo ingranaggio a doppia cuspide prodotto nelle officine Citroën di Parigi dall'inizio del '900.

Non mancano poi scarichi a forma di bottiglia sedile in pelle che richiama gli inserti nel serbatoio anch'essi in pelle con cuciture orizzontali e serbatoio con gli stessi colori della 2CV Charleston.

Come sempre, quando si parla di dettagli, le immagini valgono più di mille parole, dunque eccovi la gallery completa in cui poter apprezzare la grande qualità di questo lavoro.

La 2CV Charleston, oltre alla tradizionale carrozzeria bicolore giallo-nera, era stata proposta anche con un'altra nuance in abbinamento al nero, Rouge Delage, un bordeaux il cui nome richiama le vetture di lusso assai diffuse nella Francia degli anni Trenta. All'avantreno trova posto anche un originale para-gambe, anch'esso nei colori nero e Rouge Delage, con filettature argento.