Cannizzaro, reparto Neonatologia: sabato la "Giornata del neonato prematuro"

Cannizzaro, reparto Neonatologia: sabato la

Secondo i dati presentati a Roma lo scorso settembre durante il Congresso Nazionale della SIN, la Società Italiana di Neonatologia, i neonati che nascono prima delle 37 settimane di gestazione, circa 1 su 10, soffrono più frequentemente della sindrome da distress respiratorio (il 29%), e a seguire della Pda (cardiopatia legata alle arterie), patologia che riguarda il 7,9% dei neonati, e di infezioni, di cui è affetto il 6,3% dei bimbi prematuri. Venire al mondo in maniera prematura pone i bambini in uno stato iniziale di estrema vulnerabilità. Una formazione eccezionale fa quindi la differenza. Da allora svolge la sua funzione consentendo, non solo ai medici dell'Ospedale Infantile che sono, ovviamente, molto esperti e specializzati, ma a tutti i medici dell'area Alessandria - Asti di essere preparati a qualsiasi emergenza dovesse loro presentarsi avendo sperimentato su ANNA le varie tecniche di intervento.

"La nascita di un bimbo prematuro - spiegano il dottor Federico Marchetti, (direttore dell'unità operativa Pediatria e Neonatologia), e il dottor Giancarlo Piccinini (responsabile della Terapia Intensiva Neonatale, TIN) dell'ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna - spesso coglie impreparati i genitori sotto il profilo psicologico dato che si trovano a vivere sentimenti di paura e angoscia, spesso accompagnati da sensi di colpa, e dalla sensazione di incertezza per il futuro del bimbo".

Per la Giornata Mondiale della Prematurità, l'associazione Prematuramente, il Comune e A.Na.Vi. hanno organizzato una giornata di sensibilizzazione sul tema delle nascite premature a Villa Mattarana. "Oggi, festeggiamo la nascita di una bambina tecnologica di nome ANNE". Il Centro di simulazione avanzata ad alta fedeltà situato presso l'ASO AL è attivo ormai dal 2015 e ha formato circa 400 medici, infermieri e ostetrici con l'obiettivo di favorire lo sviluppo di adeguate competenze nell'assistenza al neonato critico presso l'area di Alessandria ed Asti, nonché per centri regionali ed extra regionali.

Alla cerimonia di inaugurazione sono, infatti, intervenuti la squadra al completo della NOVIPIU' JUNIOR CASALE, il general manager Giacomo Carrera e lo staff dirigenziale, ai quali è stata consegnata una targa di ringraziamento per il sostegno al progetto e per aver portato in tutti i palasport italiani il logo USPIDALET sulle divise di gioco.