Bimbo elude la sicurezza e sale sul palco durante l'udienza del Papa

Bimbo elude la sicurezza e sale sul palco durante l'udienza del Papa

Il Papa le ha detto di lasciarlo stare, commentando divertito: "E' argentino, è indisciplinato".

La presenza del piccolo non ha disturbato il Pontefice.

Un bambino di tre anni, veronese, affetto da autismo (e non parla), ha "movimentato" l'udienza generale di Papa Francesco di questa mattina in Sala Nervi a Città del Vaticano.

Il bambino si è avvicinato ma, invece di dirigersi subito dal Papa, ha preferito raggiungere una guardia svizzera alla destra di Francesco, evidentemente attirato dalla divisa colorata e dall'alabarda.

Poi, al momento della sintesi della catechesi per i fedeli di lingua spagnola, il Papa ha spiegato che quel bambino non poteva parlare. "Ma sa comunicare, sa esprimersi". Mi ha fatto pensare a me: sono anche io libero così davanti a Dio? "Davanti a Dio, tutti dovremmo avere la libertà di un bambino davanti a suo padre", ha continuato. "E chiediamo la grazia che questo bambino possa parlare", ha aggiunto Francesco.