Amazon si è iscritta al registro degli operatori postali in Italia

Amazon si è iscritta al registro degli operatori postali in Italia

Cosa vuol dire? Che potrà portare a termine le consegne dei pacchi acquistati sulla piattaforma online tramite due società del gruppo Amazon, ovvero Amazon Italia Logistica e Amazon Trasport, che il 16 novembre scorso hanno ottenuto dal Ministero dello Sviluppo economico la licenza di consegnare pacchi a casa degli utenti.

Come detto la scorsa estate l'Autorità garante per le Comunicazioni aveva multato Amazon per aver esercitato in maniera abusiva l'attività postale: non avendo apposita licenza i corriere Amazon non avrebbero potuto recapitare i pacchi a domicilio degli aquirenti. Sanzione massima prevista indirizzata alle società Amazon Italia Logistica, Amazon Italia Transport, Amazon Italia Service, Amazon Europe Core e Amazon EU.

Una delle "conseguenze" di tale autorizzazione sarà però quella, per Amazon, di dover necessariamente inquadrare i propri fattorini secondo quanto previsto dal contratto nazionale del settore postale e, inoltre, di sottostare alla vigilanza dell'Agcom. Il colosso dell'e-commerce rientra così tra gli oltre 4.000 nomi registrati presso il Ministero e, come questi, deve versare l'1,4% dei ricavi. Due controllate di Amazon Italia sono comparse nell'elenco degli operatori postali della penisola, segno che la sfida a Poste Italiane sia ormai dietro l'angolo.

Amazon diventa operatore postale: potrà consegnare i pacchi
Amazon diventa corriere postale: cosa cambia per le spedizioni

Dopo la diffida da parte dell'AGCOM, a causa del fatto che i servizi della società fossero assimilabili all'attività postale senza le necessarie autorizzazioni, Amazon ha definitivamente regolarizzato la sua posizione.

Per il momento il colosso dichiara che continuerà a servirsi di corrieri esterni per consegnare pacchi fuori dagli immensi centri logistici e di distribuzione "Non commentiamo i nostri piani futuri".