Allegri: "L’Inter sta facendo un grande campionato. Dobbiamo avere rispetto e…"

Allegri:

Non possiamo perdere punti: "Napoli e Inter sono dietro".

RONALDO - "Se sia un giocatore imprescindibile?" Il Cagliari è un avversario difficile, è la squadra che corre di più ed è pericolosa in area. Devo scegliere tra Bentancur, Cuadrado mezzala o Khedira, che però è tanto che non gioca. "E in questa minore percentuale ci sono i gol che mancano su palla inattiva e domani dobbiamo fare gol così".

Allegri poi fa la conta degli infortunati: "Chiellini e Bernardeschi sono out, Khedira e Mandzukic invece hanno recuperato". L'Inter paga i punti persi contro Parma e Torino, il Napoli ha perso lo scontro diretto e la differenza sta tutta lì.

"La Juventus è una formazione che può ambire a vincere la Champions, ma non è scontato; come non è scontato vincere il campionato". Io l'anno scorso quando il Real Madrid era a 20 punti dal Barcellona dissi che la favorita per la Champions sarebbero stati loro. Federico ha fatto passi da gigante, se nell'ultimo periodo ha giocato meno è perché si è portato dietro un problema subito in Nazionale. Poi ho avuto fortuna, sfortuna per noi che non siamo riusciti a batterla, che hanno vinto loro. Quest'anno la candidata numero uno a vincere la Champions è il Barcellona. Perché? Perchè basta vedere le partite e non guardarle.

DIFESA JUVE - "Se subisci più di 30 gol, il campionato non lo vinci". Se mi sento un privilegiato?

Il tecnico bianconero ha parlato in occasione dell'evento organizzato a Milano all'Adidas Store in corso Vittorio Emanuele II: "Per migliorare non ci resta che vincere la Champions League". "Serve darsi obiettivi e soprattutto quando le cose sembrano facili accelerare e non ridurre i ritmi, soprattutto contro squadre come Empoli e Cagliari". Se non venisse sarebbe meglio, ma dobbiamo affrontarlo come abbiamo fatto di là. Standing ovation dei tifosi per lui? "Le partite del PSG le vedo in Champions, ha qualità, e il passaggio del turno dipende dalla partita di martedì".

Infine, uno sguardo anche allo United dell'ex Paul Pogba: "È un giocatore del Manchester United e purtroppo mercoledì dobbiamo incontrarlo". E' un grandissimo giocatore con molto margini di miglioramento perché ha 25 anni e quindi non ha ancora raggiunto la maturazione.

Il tecnico della Juventus Max Allegri, nonostante l'acquisto di Cristiano Ronaldo, rifiuta ancora il ruolo di favorito nella corsa alla Champions. "Bisogna farle ai nostri calciatori, non agli altri".