Standard & Poor’s conferma il rating dell’Italia ma taglia l’outlook a negativo

Standard & Poor’s conferma il rating dell’Italia ma taglia l’outlook a negativo

L'agenzia S&P ha ribadito il rating sul debito sovrano dell'Italia, fissato a "BBB"; il giudizio confermato il nostro paese tra gli emittenti non speculativi. E lo fa attaccando il governo giallo-verde. Il piano rappresenta un'inversione rispetto al precedente consolidamento di bilancio e in parte torna indietro sulla precedente riforma delle pensioni. L'agenzia di rating è in allarme, dunque, anche per il debito che smetterà di ridursi anche perché le previsioni di crescita dell'economia - quelle del governo - sono "ottimistiche".

L'outlook negativo riflette il rischio che la decisione del governo di aumentare ulteriormente i prestiti pubblici, oltre a esacerbare la già debole posizione di bilancio dell'Italia, soffocherà il recupero del settore privato.

L'agenzia ha poi sottolineato come il governo italiano abbia deciso di annullare in parte la legge Fornero: dato l'importante cambiamento demografico in corso in Italia, "la misura del governo, se attuata in pieno, invertirà a nostro avviso i guadagni della precedente riforma e minaccia la sostenibilità di lungo termine dei conti pubblici".

"I piani di politica economica e fiscale del Governo hanno eroso la fiducia degli investitori, come riflesso dall'aumento del rendimento del debito pubblico". L'outlook è rivisto al ribasso da stabile a negativo.

Ancora: l'agenzia "non si aspetta più" che il debito italiano rispetto al Pil continui a calare; per questo, Standard & Poor's ha deciso di rivedere al ribasso anche le stime di crescita per l'Italia all'1,1% per quest'anno e il prossimo, mentre in precedenza aveva previsto una crescita dell'1,4% per tutti e due gli anni. L'agenzia prevede che il deficit italiano si attesterà nel 2019 a circa il 2,7% del pil contro il 2,4% del governo. "Ciò a sua volta sta influenzando negativamente l'accesso delle banche al finanziamento del mercato dei capitali e, in misura minore, il loro coefficiente patrimoniale regolamentare". In parallelo Fitch ha confermato il rating AA sull Regno Unito, cambiando la prospettiva in negativo.