Spread apre sopra 300. Borsa, tonfo a Tokyo: -3,89%

Spread apre sopra 300. Borsa, tonfo a Tokyo: -3,89%

Autostrade per l'Italia ha presentato possibili soluzioni per la ricostruzione del Ponte Morandi che vanno "da un minimo di 9 mesi a un massimo di 15-16 mesi", afferma l'amministratore delegato di Atlantia ed Aspi, Giovanni Castellucci, in audizione alla Camera. Il Ftse Mib arretra dell'1,42% a quota 20.058 punti; All Share -1,46%.Con lo spread in risalita, sono principalmente i finanziari - e i bancari nello specifico - a pagare dazio in queste primissime fasi di contrattazione: Unicredit -2,29%, Intesa Sanpaolo -2,34%, Mediobanca -2,36%, Bper -3,13%.

Tornando a Piazza Affari, in un listino quasi tutto in rosso resistono Italgas, Snam e Terna appena sopra la parita'.

Wall Street crolla. Il Dow Jones chiude perdendo il 3,10% a 25.612,13 punti, il Nasdaq cede il 4,08% a 7.422,05 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno il 3,27% a 2.786,22 punti. La maglia nera va a Ferrari in calo del 4,83%, giu' anche Fca -2,87%, Exor -2,72%. Nel lusso ancora vendite su Moncler -2,8%.

Male anche gli altri listini europei, con Londra (-0,6%), Parigi (-0,9%) e Francoforte (-0,9%) che risentono delle tensioni tra Italia e Ue sulla manovra ma anche delle vendite sui Treasury americani che hanno messo sotto pressione Wall Street e le borse asiatiche, preoccupate per un rialzo accelerato dei tassi Usa. In controtendenza anche Atlantia (+1,72%), Tim (+1,33%), Poste Italiane (+1%) e Mediaset (+0,19%).