Mondiali Volley 2018, sesta vittoria per le azzurre. Battuta l’Azerbaigian per 3-0

Mondiali Volley 2018, sesta vittoria per le azzurre. Battuta l’Azerbaigian per 3-0

DAVIDE MAZZANTI: "Le ragazze sono state bravissime, abbiamo trovato la giusta chiave tattica per contenere la Thailandia che è una squadra sempre pericolosissima". Le azzurre hanno disputato un partita impeccabile ed in classifica occupano sempre il primo posto della Pool F con 7 vittorie (21 punti): domani nel big match contro la Russia avranno l'occasione di chiudere il discorso qualificazione alla Top Six. Match mai in discussione per le ragazze di Mazzanti che domina il primo e il terzo set senza lasciar scampo alle avversarie, partono con il freno a mano nel secondo fino al più due azero per poi pareggiare e scappar via. Rispetto alle avversarie la nazionale azzurra è stata molto più efficace a muro (8 a 1), in battuta (6 aces vs 1) e inoltre ha commesso meno errori (11 contro 15). Contro la Thailandia il ct azzurro ha mantenuto intatta la formazione di partenza: Malinov in palleggio, opposto Egonu, schiacciatrici Sylla e Bosetti, centrali Chirichella e Danesi, libero De Gennaro.

Lucia Bosetti (Italia)- "Siamo felici per la vittoria, la Thailandia era un'avversaria molto complicata da affrontare e nelle precedenti sfide ci aveva messo in difficoltà". L'Azerbaigian non è mai riuscito a organizzare valide contromisure, con Ofelia Malinov abilissima a gestire l'attacco azzurro, chiamando spesso in causa Paola Egonu (22-10).

Sei vittorie su sei la dicono tutta sullo stato di forma delle italiane, che fin ad ora, hanno perso un solo set con le pluricampionesse cinesi. Una volta al comando, Sylla e compagne hanno spinto sull'acceleratore e le avversarie si sono dovute arrendere (25-19).

L'Italia del volley al femminile sa solo vincere e lo fa in maniera feroce e perentoria ai campionati mondiali in Giappone. Successivamente a una lotta punto a punto l' Italia, grazie anche alle murate perfette di Myriam Sylla e della Danesi, si procurera'un piccolo margine di sicurezza e nonostante le nuove entrate Alishanova e la talentuosa Rahimova, L'Italia chiude il set in 23 min.sul 25 a 19. Ottime le prestazioni di Paola Egonu e Cristina Chirichella. N.e: Ortolani, Nwakalor, Fahr, Lubian. All.

Italia: 3 a, 6 bs, 12 m, 18 et.