Marsiglia, militanti di estrema destra attaccano la sede di Sos Mediterranée

Marsiglia, militanti di estrema destra attaccano la sede di Sos Mediterranée

Militanti del gruppo francese di estrema destra Generation Identitaire, ha attaccato nel pomeriggio del 5 ottobre la sede a Marsiglia della ong Sos Mediterranée - che noleggia la nave Aquarius - e ha costretto con la forza i dipendenti presenti a uscire. I militanti di Generation Identitaire sono entrati nella struttura e hanno fatto calare dalle finestre uno striscione con una scritta decisamente significativa: "Sos Méditerranée complice du trafic d'êtres humains".

L'Aquarius, rimasta per diverso tempo l'unica nave gestita da ong attiva nel Mediterraneo, è approdata giovedì scorso nello scalo nel sud della Francia, il suo porto d'origine, dopo l'ultima operazione che ha portato al salvataggio di 58 persone, trasferite a Malta per essere ridistribuite tra Francia, Germania, Spagna e Portogallo. La polizia è immediatamente intervenuta e 22 assalitori sono stati posti in stato di fermo, secondo quanto riferisce France Info. Intanto la Ong Sos Méditerranée ha denunciato via Twitter l'azione degli identitari francesi, parlando di assalto alla propria sede e affermando che "il personale è sano e salvo ma sotto shock".

Generation Identitaire ha ivece sostenuto questa occupazione in un tweet pubblicato poco dopo le 15.00, in cui il portavoce, Romain Espino, esorta a firmare una petizione 'per richiedere il sequestro dell'Aquarius'.

"Date una nuova bandiera per far tornare a navigare la nave Aquarius": è l'appello che da 67 città europee, tra cui l'italiana Palermo, migliaia di persone hanno rivolto ai governi del Vecchio Continente.