Manovra, Di Maio: "Draghi avvelena il clima"

Manovra, Di Maio:

Dalle parole dell'ex presidente della Banca d'Italia si evince che chi avvertirà le più dure ripercussioni della salita dello spread sono proprio le famiglie italiane, che dovrebbero beneficiare della manovra bocciata dall'UE. "Se ci sfugge lo spread non riesamineremo la manovra ma il contesto in cui ci troviamo", ha spiegato il ministro. Finanziare i deficit non è nel nostro mandato: abbiamo l'Omt come strumento specifico, per il resto siamo in un regime di dominanza monetaria.

Il numero uno della BCE non ha voluto entrare nel dettaglio della questione, limitandosi a evidenziare che il rialzo del differenziale tra i titoli di stato di Italia e Germania può mettere sotto pressione la posizione patrimoniale e il costo della raccolta delle banche italiane.

"Se tra qualche mese la crescita non arriva e ci sarà anche meno occupazione, il Governo si giocherà una sua credibilità". "Lo spread - ha aggiunto - è in salita solo perché c'è il timore che questo governo possa portare l'Italia fuori dall'euro e dall'Europa".

La Bce ha lasciato i tassi d'interesse invariati: il tasso principale resta fermo allo 0%, quello sui prestiti marginali allo 0,25% e quello sui depositi a -0,40%. La Bce conferma che il Qe proseguirà fino a dicembre e al ritmo di acquisti di 15 miliardi mensili, e "anticipa che in seguito, se i dati più recenti confermeranno le prospettive di inflazione a medio termine, gli acquisti netti giungeranno a termine". Non e' disinteressato allo spread ma non ha paura e persegue con la manovra la crescita economica.

Il vicepremier pentastellato ha poi concluso il suo intervento parlando proprio delle prossime elezioni europee: "Io sono sicuro che a livello europeo tutti i cittadini provocheranno una scossa forte, politica, per mandare a casa questa classe dirigente che in questi anni ha tagliato la nostra sanità, le nostre pensioni, il welfare e i servizi ai Comuni, con il debito pubblico che è perfino aumentato".

Dello stesso avviso appare anche l'altro vicepremier, Matteo Salvini, che durante il Consiglio Federale della Lega a Milano ha dichiarato: "Non commento gli altri". Seduta nervosa per piazza Affari seppur sempre in positivo.