L'inquinamento uccide 600mila bambini l'anno. Il rapporto shock dell'Oms presentato a Ginevra

L'inquinamento uccide 600mila bambini l'anno. Il rapporto shock dell'Oms presentato a Ginevra

Il mondo intero è nella morsa dell'inquinamento e a farne le spese sono soprattutto i bambini: sotto i 15 anni di età, il 98% rischia gravi problemi alla salute e allo sviluppo per colpa delle emissioni nocive. L'Oms stima che nel 2016, 600.000 bambini siano morti per infezioni acute delle basse vie respiratorie causate da aria inquinata.

"L'enorme numero di malattie e decessi rivelato da questi nuovi dati dovrebbe chiamare urgentemente all'azione la comunità globale, specialmente nel settore sanitario - si legge nel rapporto - Azioni forti nel ridurre l'esposizione all'inquinamento atmosferico rappresentano un'opportunità senza precedenti di proteggere la salute dei bambini ovunque". "L'aria inquinata - afferma Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore Generale dell'Oms - sta avvelenando milioni di bambini e rovinando le loro vite. Tutto questo è imperdonabile perché ogni bambino dovrà essere in grado di respirare aria pulita per crescere e realizzarsi al massimo". E addirittura quasi 4 milioni vivono in aree nelle quali sono superati i limiti per tutte e tre queste sostanze dannose.

Il nuovo rapporto dell'Organizzazione mondiale della Salute (Oms), presentato in occasione della prima Conferenza globale sull'inquinamento dell'aria e la salute che si apre oggi a Ginevra, si intitola 'Air pollution and child health: Prescribing clean' e esamina il pesante prezzo che la salute dei bambini paga all'inquinamento dell'aria sia ambientale (all'esterno delle case) che domestico, in particolare nei paesi a basso e medio reddito.

Secondo il Rapporto, gli effetti dell'inquinamento cominciano già nel grembo materno: quando le donne incinte sono esposte all'aria inquinata, hanno più probabilità di partorire prematuramente e hanno figli piccoli e di peso inferiore alla nascita.

"Siamo in prima linea", conclude l'esponente dell'Organizzazione, "stiamo preparando delle proposte concrete per la produzione di energie a basso impatto, tecnologie industriali meno inquinanti e più sicure e per migliorare la gestione dei rifiuti in ambito urbano".

L'inquinamento dell'aria ha anche ripercussioni sullo sviluppo neurologico e sulle capacità cognitive e può provocare asma e alcune forme di cancro infantile. L'inquinamento atmosferico è una delle principali minacce per la salute dei bambini, responsabile di un decesso su 10 nei bambini sotto i 5 anni di età. Chi ha respirato aria inquinata da piccolo inoltre ha un rischio molto maggiore di malattie croniche cardiovascolari da adulto.

Una delle ragioni per le quali i bambini sono particolarmente vulnerabili agli effetti dell'inquinamento è che essi respirano più rapidamente rispetto agli adulti e assorbono così più agenti inquinanti. L'Aea misura anche il parametro degli anni di vita persi, con i valori più alti nelle economie più grandi del continente e quelli relativi (calcolati su 100mila abitanti) che sono appannaggio dei Paesi dell'Europa centro-orientale. Ma ci sono molti modi semplici per ridurre le emissioni di inquinanti pericolosi.

- Oltre il 40% della popolazione mondiale - che comprende 1 miliardo di bambini sotto i 15 anni - è esposta a livelli elevati di inquinamento atmosferico domestico dovuto principalmente alla cottura con tecnologie e combustibili inquinanti.