Le azzurre della pallavolo ricevute dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Le azzurre della pallavolo ricevute dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Cosi' il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel telegramma inviato alla 94esima Giornata Mondiale del Risparmio.

29 ottobre 2018 Mattarella alle ragazze della pallavolo: "Siete esempio di correttezza, vorrei che l'Italia fosse come voi" "Ciò che rende popolare e molto attraente il vostro sport è la correttezza che contraddistingue il gioco e il rispetto nei confronti degli avversari". Di certo le azzurre sono state in grado di mostrare come con la coesione si possano superare anche delle difficoltà oggettive, visto che al Mondiale nipponico non partivano di certo tra le favorite per raggiungere il podio. "Avete conquistato tanti concittadini, avete sospinto molti giovani a impegnarsi nello sport", ha proseguito Mattarella.

Un messaggio che arriva proprio nel giorno in cui le Camere si apprestano a discutere la manovra finanziaria rivista dopo le richieste di correzione di Bruxelles. "Il Capo dello Stato ha aperto le porte a queste ragazze che hanno fatto innamorare uno Paese intero". Non è esagerato dire che la nazionale femminile di pallavolo è la nazionale del paese e questo è una grande merito. "Voglio ringraziarvi tutte per l'esempio che offrite".

L'osmosi tra antica e nuova mobilità ha un grande valore e ci consente, tra l'altro, di diffondere all'estero un'immagine più puntuale e attuale. Siamo andati vicini ad un sogno, quando siamo tornati ci siamo accorti che avevamo raggiunto il cuore di tantissimi italiani e famiglie. Nel corso dell'incontro è stata ricordata Sara Anzanello, la pallavolista recentemente scomparsa che per molti anni aveva rivestito la maglia della nazionale. "Sono orgogliosa e onorata di essere il capitano di questo gruppo, siamo contente di aver fatto sentire a tutti la nostra energia". "Ora sono curioso di vedere a cosa porterà questa popolarità della pallavolo, dovuta ai vostri risultati ma anche al successo organizzativo dei mondiali maschili".

La delegazione Fipav ricevuta in Quirinale era composta dal presidente Cattaneo, dai vicepresidenti Manfredi e Bilato, dal segretario generale Alberto Rabiti, dal general manager e capo delegazione in Giappone Libenzio Conti, dal CT Mazzanti, dalle 14 azzurre, dall'assistente allenatore Bendandi, dal team manager Capucchio, dalla dottoressa Favoriti e dal fisioterapista Marconi. Con loro l'ex presidente Fipav Carlo Magri e il presidente della Lega Volley Femminile Mauro Fabris.