Istat, a settembre la disoccupazione risale al 10,1% e calano gli occupati

Istat, a settembre la disoccupazione risale al 10,1% e calano gli occupati

Nella nota flash su occupati e disoccupati l'Istat ha certificato che il tasso di disoccupazione a settembre è risalito di 0,3 punti percentuali su agosto, al 10,1%. L'Istat rileva che dopo l'aumento del mese scorso, la stima degli occupati a settembre 2018 torna a calare leggermente (-0,1% su base mensile, pari a -34 mila unità). Le persone in cerca di lavoro sono 2.613.000, in aumento di 81 mila unità (+3,2%) rispetto ad agosto e in calo di 288 milaunità su settembre 2017. Nei dati provvisori, l'Istat rileva che dopo due mesi di diminuzione, a settembre torna a crescere la stima delle persone in cerca di occupazione (+3,2%, pari a +81mila unità).

Il tasso di disoccupazione cresce di 0,3 punti rispetto ad agosto sia per gli uomini (arrivando al 9,3%) sia per le donne (arrivando all'11,1%). Rispetto a settembre 2017 il tasso di disoccupazione cala di 0,9 punti per gli uomini e di 1,3 punti per le donne. Per i maschi il tasso di occupazione si attesta in questa fascia di età al 68% mentre per le donne è al 49,6%. Ma la composizione della forza lavoro è cambiata notevolmente: rispetto allo stesso mese di un anno fa sono diminuiti di 184mila unità i dipendenti stabili mentre quelli a termine sono 368mila in più. Il tasso di occupazione si ferma così al 58,8%. Lo rileva l'Istat sottolineando che gli occupati sono 23.308.000. Nell'ultimo mese si stima una netta diminuzione dei dipendenti permanenti (-77mila) mentre aumentano sia quelli a termine (+27mila) sia gli indipendenti (+16mila). Aumentano i lavoratori a termine con una crescita di 27.000 unità su agosto e di 368.000 unità sull'anno. Per il lavoro indipendente si registra un aumento di 16.000 unità su agosto e di 22.000 unità su settembre 2017.