Il Papa: "L'aborto? E' come affittare un sicario per risolvere un problema"

Il Papa:

Nessuno misuri la vita secondo gli inganni di questo mondo, ma ognuno accolga sé stesso e gli altri in nome del Padre che ci ha creati. Papa Francesco, commentando il quinto comandamento ("Non uccidere") durante l'udienza generale in piazza San Pietro, ha detto ieri che abortire, sopprimere "la vita inerme" nel grembo materno, "è come affittare un sicario". E ha concluso: "Colui, colei che si presenta come un problema, in realtà è un dono di Dio che può tirarmi fuori dall'egocentrismo e farmi crescere nell'amore". Nel novembre 2017 aveva affermato che "prima, sì, era peccato, non si poteva uccidere i bambini; ma oggi si può, non c'è tanto problema, è una novità perversa". Dalla paura. L'accoglienza dell'altro, infatti, è una sfida all'individualismo. Sono le parole pronunciate dal pontefice all'udienza generale. Invece spesso ricevono frettolosi consigli di interrompere la gravidanza. "La vita vulnerabile ci indica la via di uscita, la via per salvarci da un'esistenza ripiegata su sé stessa e scoprire la gioia dell'amore".

Chiudendo il Giubileo della Misericordia, alla fine del 2016, il Papa aveva esteso definitivamente a tutti i sacerdoti la possibilità di assolvere il peccato di aborto e aveva scritto nella lettera "Misericordia et misera": "Vorrei ribadire con tutte le mie forze che l'aborto è un grave peccato, perché pone fine a una vita innocente". In questa direzione sicuramente procede il lavoro per l'ormai giunto sinodo dei giovani, proprio le nuove generazioni sono detentrici del futuro dell'umanità e di conseguenza del ruolo della Chiesa al suo interno. "L'amore con cui Dio ama ogni vita umana". A tanti giovani va detto: non disprezzare la tua esistenza! È quello di Papa Francesco che non usa mezzi termini per ribadire la posizione della Chiesa. "Il suo insegnamento, il suo esempio di santità e la sua intercessione, guidino e proteggano il nostro cammino quotidiano, a volte difficile, sulle strade del Signore". "Carissimi, pregando il Rosario, invocate l'intercessione della Beata Vergine Maria su ogni vostra necessità e sulla Chiesa, affinché possa essere sempre più santa e missionaria, unita nel percorrere le strade del mondo e concorde nel portare Cristo ad ogni uomo".