Giussano, sospetto caso di meningite: grave una bambina di quinta elementare

Giussano, sospetto caso di meningite: grave una bambina di quinta elementare

Molte le domande dei genitori presenti alla riunione convocata alla scuola elementare di Giussano sul caso di meningite che ha colpito una ragazzina di quinta della primaria "Carlo Porta", in via Alessandria.

Il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell'ULSS 8 Berica ha immeditatamente attivato la procedura di prevenzione del contagio necessaria in questi casi, che prevede la profilassi mediante terapia antibiotica per i contatti più stretti del paziente e per quanti potrebbero essere stati esposti al contagio. Nel tardo pomeriggio è stato anche fissato un incontro con i genitori della scuola, al quale ha partecipato anche il sindaco, Matteo Riva, l'assessore all'Istruzione del comune di Giussano, Elisa Grosso, e il dirigente didattico, per rassicurarli: "La situazione - dicono dall'azienda sanitaria - non desta particolare preoccupazione". A Giussano si sono già attivati Comune e Ats di Monza Brianza per sottoporre a profilassi i compagni di classe e il personale della scuola frequentata dalla piccola.

La bambina è in prognosi riservata e in condizioni stabili, ha reso noto in serata l'assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, che ha spiegato: "Una volta ricevuto l'elenco, l'Ats procederà alla profilassi di tutte le persone coinvolte che sarà conclusa presumibilmente entro domani sera al massimo". "La famiglia è già stata profilassata in ospedale". L'attività profilattica è stata estesa anche ai contatti della parrocchia e del centro sportivo frequentato dalla bimba, all'incirca altre 17 persone.