Firenze, Batistuta in città per girare un docufilm sul numero 9

Firenze, Batistuta in città per girare un docufilm sul numero 9

Infine una curiosità: a margine della presentazione Batistuta ha fatto gli auguri in diretta a Maradona che oggi compie 58 anni.

Nella splendida cornice di Palazzo Vecchio a Firenze, nell'ambito della presentazione di 'El Numero Nueve', docu-film sulla sua vita, Gabriel Omar Batistuta ha parlato con i giornalisti presenti di molti argomenti, compresa la maglia numero 9 dell'Argentina che un tempo indossava proprio Batigol: "In Argentina se la lottano lui e Higuain anche se Mauro ha più chance perché è giovane". Pochi anni dopo sono arrivato alla Fiorentina e poi sono andato alla Roma. Nei 2 anni in giallorosso sono stato molto bene. "I romani sanno quanto amo Firenze, non per questo non mi rispettano, ho un ottimo rapporto con entrambe le città". "Dzeko? Grande attaccante, è il simbolo della squadra, giocatore affermato, maturo, per questo non si può parlare di duello con Simeone che deve ancora costruire la sua carriera". In campionato sta faticando un po' di più ma la qualità non si discute. Tornando alla Fiorentina, ecco un parere su Chiesa: "se avesse la mia testa gli consiglierei di restare viola, io ho amato difendere i colori di questa squadra e di Firenze". Giocatori così non si fermano mai e vorrà segnare fino a quando le gambe glielo permetteranno, lo immagino come me, uno che non si accontenta mai. A me piace tanto Icardi, anche se non si vede molto nella partita, ma segna, viene fuori al momento giusto e non lo scopro di certo io. Gonzalo ha fatto bene ovunque. Se devo scegliere prendo tutti e due, altrimenti Messi solo perché é argentino. Lui è forte davvero - ha aggiunto -. - "Se mi sarebbe piaciuto ricoprire nella Fiorentina lo stesso ruolo che ha oggi Totti nella Roma?".