FCA cede Magneti Marelli (valutata 6,2 miliardi di euro)

FCA cede Magneti Marelli (valutata 6,2 miliardi di euro)

In realtà, la cessione di Magneti Marelli a Calsonic Kansei, il gruppo giapponese controllato dal gigante del private equity Kkr, porta la nitida impronta di John Elkann.

La fusione comporta un cambio di nome importante: la neonata società si chiamerà Magneti Marelli CK Holdings.

Le attività congiunte di Calsonic Kansei e Magneti Marelli "rappresenteranno il settimo gruppo indipendente più grande al mondo per fatturato nella componentistica per autoveicoli".

La vendita è ancora soggetta ad approvazione delle autorità e altre operazioni di chiusura. Ha la sua sede principale a Corbetta, in provincia di Milano, ma è una multinazionale presente in quattro continenti e 20 paesi con 85 unità produttive, conta 43 mila impiegati e 15 centri ricerca e sviluppo. L'azienda combinata sara' guidata da Beda Bolzenius, attuale ceo di Calsonic Kansei, basato in Giappone. Secondo Mike Manley, si è trattata di una mossa doverosa, utile a far crescere Magneti Marelli e soddisfare ulteriormente i clienti più affezionati e gli stessi lavoratori del brand.

"Dopo aver esaminato attentamente una serie di opzioni per consentire a Magneti marelli di esprimere tutto il suo potenziale - ha spiegato Manley - la combinazione con Calson Kansei si è rivelata un'opportunità ideale per accelerare la crescita futura di Marelli". FCA ha deciso di optare per una vendita di Magneti Marelli invece di una quotazione alla borsa di Milano dopo che le condizioni di mercato sono peggiorate tra le tensioni commerciali globali e l'incertezza politica in Italia, così come le previsioni sugli utili delle case automobilistiche e dei fornitori.

È entusiasmante creare una solida piattaforma per Calsonic Kansei e Magneti Marelli sulla quale lavorare insieme e creare un fornitore automobilistico competitivo che si trova in una posizione estremamente favorevole per entrare nella Top Ten globale.

"Questa è una giornata di trasformazione - commenta Ermanno Ferrari, amministratore delegato di Magneti Marelli sia per Magneti Marelli che per Calsonic Kansei - che creano così un business globale con una gamma eccezionale, presenza geografica, competenza e prospettive future. Vigileremo sul rispetto delle garanzie occupazionali fornite dall'azienda", ha dichiarato Marco Bentivogli, segretario generale di Fim Cisl. "Soprattutto accogliamo positivamente le dichiarazioni ufficiali aziendali che ribadiscono che non ci saranno ricadute occupazionali negative per gli stabilimenti italiani, che l'headquarter resterà a Corbetta e che la divisione plastica resterà in Fca" afferma Rocco Palombella, segretario generale della Uilm.