F1 Gran Premio USA: storico Raikkonen - Motorsport

F1 Gran Premio USA: storico Raikkonen - Motorsport

Bella vittoria di Kimi Raikkonen su Ferrari al Gran Premio degli Usa.

Poi - e dispiace dirlo - la sensazione che effettivamente Sebastian Vettel sia responsabile delle difficoltà incontrate in questi ultimi tempi. Il campionato è ancora aperto ed è quello che ci aspettavamo.

Il podio del vivacissimo Gran Premio della Ferrari ritrovata ad Austin ha offerto un fotogramma che sintetizza le tre generazioni attuali della Formula 1: il redivivo vincitore Kimi Raikkonen - 39 anni - campione della generazione appena passata; Lewis Hamilton - 33 anni - pluri-campione simbolo della generazione attuale; ed un gran Max Verstappen - 21 anni - realtà della generazione futura. Anche Verstappen risale diverse posizioni e si pone a ridosso dei primi. Nel finale Verstappen con le supersoft rosse si avvicinava a Raikkonen, mentre Hamilton con le gialle soft più nuove entrava in scia del giovane olandese. Non solamente la squadra campione del mondo ha sbagliato la strategia anticipando eccessivamente la prima delle due soste pur approfittando della già citata Virtual Safety Car occorsa per lo stop della Red Bull di Ricciardo, ma una volta passati sulle due soste e dovendo inevitabilmente spingere sull'acceleratore è tornato a farsi vedere quel blistering sulle gomme posteriori che nelle ultime gare sembrava esser stato risolto.

Sorpreso Verstappen, autore di una rimonta superlativa: "Risultato un po' inatteso, però sono partito bene, ho fatto un buon primo giro". Ritirati anche Grosjean e Alonso dopo il caos del primo giro e Ricciardo, costretto a parcheggiare la Red Bull a bordo pista per un nuovo problema meccanico. In caso contrario, già da questa notte, in casa Ferrari si inizierà a pensare alla prossima stagione.

Al termine della gara il pilota della Mercedes Lewis Hamilton si è mostrato calmo, ma nello stesso tempo un po' dispiaciuto per aver sentito il brivido del mondiale per un millisecondo per poi farselo sfuggire, ma ha dichiarato: "In realtà è stata una gara davvero divertente, stare vicino a Kimi e avere un po' di battaglia con lui e Max".

Sebastian Vettel "rovina" la festa della Ferrari ad Austin. Raikkonen a tre gare dall'addio alla Ferrari è riuscito a strappare una vittoria eccezionale, guadagnata con una partenza perfetta e poi conservata in un finale emozionantissimo. Volevo mettergli pressione per la curva successiva, non intendevo giocarmi tutto in una curva sola, ma non avevo spazio dove andare, così ci siamo toccati con le gomme e io sono finito in testa coda. Mi sono sempre dispiaciuto che i migliori ingegneri della Mercedes o della Ferrari non andassero quasi mai alla Sauber. Viene nuovamente sacrificato per la causa, ma l'impressione che dà è che mentalmente abbia mollato. I risultati e le gare fanno parte del quadro, ma ci sono anche cose che sono un po' differenti dal passato. Se ciò avvenisse potrebbe anche saltare il prossimo GP del Messico perché si andrebbe a sommare a quelle prese nelle precedenti occasioni.