Draghi: "Bce non si piegherà a Roma"

Draghi:

Il presidente della Bce Draghi si dice fiducioso sul raggiungimento di un accordo fra Roma e Bruxelles sulla legge di Bilancio.

Anche l'Italia, come la Brexit e la guerra commerciale, è fra le incertezze per lo scenario economico dell'Eurozona. Nel corso dell'intervista concessa a Skytg24, il ministro Savona ha spiegato che è compito della Banca centrale europea il controllo dello spread e l'eventuale calmieramento degli effetti prodotti dall'innalzamento. La Bce ha confermato che i tassi si manterranno "su livelli pari agli attuali almeno fino all'estate del 2019 e in ogni caso finché sarà necessario per assicurare che l'inflazione continui stabilmente a convergere su livelli inferiori ma prossimi al 2% nel medio termine". "Certamente questi bond sono nel portafoglio delle banche, se perdono valore intaccano il capitale delle banche", ha chiarito Draghi, "il rialzo dello spread sta causando un rialzo dei tassi a famiglie e imprese". E, se il capitale delle banche italiane si indebolisce "le condizioni di finanziamento si indeboliscono".

E se l'Italia fosse in crisi di liquidità, Draghi ha ribadito che "Finanziare i deficit non è nel nostro mandato, abbiamo l'Omt [lo strumento presentato con il famoso 'Whatever it takes'] come strumento specifico, per il resto siamo in un regime di dominanza monetaria".

MANOVRA - Sulla manovra italiana bocciata dalla Ue, Draghi non si sbilancia. Lo spread e le banche italiane, legate alla debolezza dei titoli di stato, sono uno dei temi su cui Draghi è stato interrogato. "Una delle spiegazioni arriva dalle situazione specifica dei singoli Paesi", rimarca, facendo l'esempio delle recenti difficoltà dell'industria automobilistica tedesca. I rischi per le prospettive economiche dell'Eurozona rimangono "ampiamente bilanciati", ha aggiunto Draghi, pur citando la spinta negativa proveniente dal protezionismo e dalla volatilità sui mercati che restano rischi importanti. "C'era Dombrovskis, gli ho chiesto il permesso di citarlo, nel dire che occorre osservare le regole di bilancio, ma cercare anche il dialogo", ha sottolineato ancora il presidente della Bce, rispondendo alla domanda se l'Italia abbia fatto parte degli argomenti discussi oggi dal consiglio direttivo della Bce.