Caso Ronaldo: la polizia di Las Vegas avrebbe smarrito le prove

Caso Ronaldo: la polizia di Las Vegas avrebbe smarrito le prove

Lo stupro è un crimine abominevole, contrario a tutto ciò in cui credo. Kathryn non denunciò subito Ronaldo, ma dopo qualche ora parlò alla polizia dello stupro avvenuto e fu sottoposta in ospedale a un test per verificare il suo racconto. Le foto dell'accordo firmato nel 2010, il cui contenuto reso pubblico nei sui contenuti nei giorni scorsi, sono state pubblicate oggi dal quotidiano tedesco "Der Spiegel", che lo ha ottenuto nell'ambito dei documenti resi noti nello scandalo Football Leaks dello scorso anno.

Due grandi sponsor di Ronaldo hanno tuttavia espresso posizioni più caute su quanto successo. Secondo Leslie Mark Stovall, legale dell'accusatrice di CR7, le dichiarazioni rilasciate dalla sua assistita nove anni fa alla polizia sono sparite. E gli scricchiolii si avvertono anche da altri lidi. L'eco delle accuse di violenza sessuale provenienti dagli Stati Uniti che coinvolgono il campione della Juventus per un fatto risalente al 2009 sta iniziando a turbare anche le aziende che ricoprono d'oro il portoghese. "Nego fermamente le accuse che mi hanno rivolto". In passato si sono rivolti a lui anche Paris Hilton, Leonardo Di Caprio, David Copperfield, Mike Tyson, Shaquille O'Neal, Andre Agassi e la famiglia di Michael Jackson. Le parti convengono sul mantenere confidenziali i fatti, i termini dell'accordo e tutte le discussioni relative allo stesso e "Ms. P" s'impegna a lasciar cadere tutte le accuse nei confronti di Cristiano Ronaldo.

Le novità sull’accusa di stupro a Ronaldo
Cristiano Ronaldo accusato di stupro, due mega sponsor possono abbandonarlo: può perdere miliardi!

L'azienda di videogiochi Ea Sports, che quest'anno ha usato l'immagine di Ronaldo sulla copertina del gioco di calcio FIFA 19 (il suo prodotto di punta, ndr), ha detto di essere al corrente "delle preoccupanti notizie che raccontano le accuse a Ronaldo" e ha aggiunto che seguirà con attenzione la situazione perché "ci aspettiamo che i nostri atleti di punta si comportino in un modo coerente con i valori di EA Sports". Lo scorso 4 ottobre due colossi come Nike ed EA Sports si sono detti "profondamente preoccupati" della situazione.

In difesa di Ronaldo, intanto, si è schierata la Juve: "In questi mesi ha dimostrato la sua grande professionalità e serietà, apprezzata da tutti alla Juventus".