Caroline Wozniacki, la tennista danese rivela: "Ho l’artrite reumatoide"

Caroline Wozniacki, la tennista danese rivela:

Caroline in fatti non ha nessuna intenzione di lasciare il tennis, e vorrebbe diventare un esempio per tutte quelle persone che come lei stanno combattendo una malattia.

"Adoro questa cosa". L'ex campione dell'NBA Lee, che ha giocato per i Golden State Warriors, è una presenza costante nel box di Wozniacki, insieme al padre-allenatore Piotr.

"Sulle prime è stato uno shock", ha ammesso Caroline, che ha deciso di parlarne solo dopo l'ultima partita della stagione disputata al Masters Wta di Singapore ma aveva avvertito i primi sintomi della malattia dopo lo scorso Wimbledon.

La tennista nata a Odense da genitori polacchi è stata fidanzata con il campione di golf irlandese Rory McIlroy dal 2011 al 2014: si sarebbero dovuti sposare nel 2014, ma il golfista si è tirato indietro pochi mesi prima del matrimonio.

Caroline Wozniacki ha una forma di artrite reumatoite, una malattia autoimmune che causa gonfiore alle articolazioni e affaticamento, che gli è stata riscontrata prima dell'ultimo Us Open. Devi ascoltare il tuo corpo. "C'è tanta gente al mondo che soffre di questo problema, spero di poter essere un riferimento, di fare in modo che pensino che se posso farcela io possono farcela anche loro". Ci sono giorni dove magari ti svegli e non vuoi alzarti dal letto ma devi farlo, mentre in alter situazioni è più semplice, quasi non ti sembra di avere alcunché. Oltre alle cure, dovrò fare attenzione alla mia dieta, al riposo e a tutto il resto.

"All'inizio è stato uno choc - ha detto in conferenza stampa la vincitrice dell'ultimo Australian Open - visto che ti senti come l'atleta più forte di tutte, o almeno è ciò che è nella mia testa ed è quello per cui sono famosa, e all'improvviso ti trovi a dover convivere con questo problema". Nel terzo e decisivo set la tennista di Odessa si è portata sul 5-3, e dopo aver annullato due palle break ha sfruttato il secondo match point per chiudere definitivamente la sfida. Si è detta convinta che questa non avrà un impatto significativo sulla sua carriera.