Brexit, May: "No a estensione di transizione"

Brexit, May:

Ancora una volta, insomma, i dubbi legati al Belpaese e al divorzio tra Regno Unito e Unione europea sono tornati a suscitare le preoccupazioni e le perplessità degli analisti secondo cui questo mix letale di elementi continuerà a pesare sull'intero Vecchio Continente.

La premier britannica non ha presentato "niente di sostanzialmente nuovo", ha riferito il presidente dell'Europarlamento, Antonio Tajani.

Sempre nel 2017, un passeggero su 8 tra quelli europei ha volato da o verso la Gran Bretagna, con l'Irlanda al 37,4%, seguita da Cipro con il 28,5% e da Malta con il 24,6%. Fonti poi hanno chiarito che May ai 27 ha detto di essere "pronta a prendere in considerazione la proposta".

Molto probabilmente però gli europei che vogliono continuare a studiare o lavorare nel Regno Unito dovranno munirsi di passaporto se ne sono sprovvisti e le regole per chi comincia adesso la carriera saranno più severe. L'annuncio è della premier britannica, Theresa May, al suo arrivo al Consiglio europeo a Bruxelles, per superare lo stallo nella ricerca della soluzione alla questione del confine irlandese.

Ancora una fumata nera sulla Brexit. Michael Barnier, capo negoziatore dell'Unione Europea, ha affermato "di aver lavorato per arrivare a un'intesa, ma non ci siamo ancora: serve molto più tempo e nelle prossime settimane lavoreremo con calma e pazienza". Gli ha fatto eco il presidente lituano Dalia Grybauskaite, che su twitter ha lasciato intendere, con la tipica schiettezza baltica, come sia difficile comprendere cosa vogliano fare i britannici, aggiungendo che forse sono i primi a non saperlo. Il primo ministro inglese ha risposto a chi le chiedeva dell'estensione del periodo di transizione post-Brexit. Quello che è certo è che il giorno dopo il no deal, quattro sarebbero i Paesi più esposti per posizione geografica e relazioni commerciali: Repubblica di Irlanda, Francia, Olanda e Belgio. "Il voto alla Camera dei Comuni sarà basato su criteri che non sono correlati al contenuto dell'accordo, ma a degli elementi politici interni".