Allerta meteo, scuole chiuse in Lazio, Campania, Liguria e Toscana

Allerta meteo, scuole chiuse in Lazio, Campania, Liguria e Toscana

In base alle ultime previsioni meteo nel pomeriggio la Sindaca Virginia Raggi potrebbe ufficializzare l'ordinanza di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per domani lunedì 29 ottobre.

La Protezione Civile ha emesso l'allerta meteo in diverse regioni: le più colpite al Nord Est, a partire da Friuli Venezia Giulia e Veneto, ma le piogge torrenziali si scaglieranno anche sui settori appenninici occidentali di Emilia-Romagna, oltre che su Lombardia, Emilia Romagna, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Calabria e Sicilia. Inoltre aggiunge Rusconi: "Se le scuole dovranno essere presidiate soltanto dai dirigenti, saranno loro che dovranno anche occuparsi dell'apertura e chiusura oltre tamponare le eventuali infiltrazioni d'acqua o danni causati dal maltempo?". I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge. Lo ha deciso questa mattina la Protezione civile provinciale vista l'evolversi della situazione meteo.

"Di sicuro, non si svolgeranno le lezioni a Belluno, dove il prefetto ha disposto per lunedì 29 la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado in relazione al forte maltempo che si abbatterà, secondo le previsioni, in tutto il Veneto, in particolare nell'area dolomitica". Domani si svilupperà rapidamente un vasto ciclone extra-tropicale nel cuore del Mediterraneo che si approfondirà durante il suo cammino verso la Francia e il mar Ligure sin tanto da raggiungere la pressione di 980 hpa.

Il sindaco di Roma ha annullato il viaggio in Argentina per l'U20 decidendo invece di rimanere in città per gestire le prossime difficili ore dovute al maltempo che imperversa sul centro Italia.

Nella provincia di Pordenone, in Friuli Venezia Giulia, le scuole restano chiuse.

Roma - Domani, lunedì 29 ottobre, "le scuole di Roma, compresi asili nido e scuole dell'infanzia, resteranno chiuse per gli studenti". La situazione è costantemente monitorata dal Campidoglio in continuo collegamento con la Protezione Civile. In attesa di capire se per la giornata di domani verrà proclamato l'ordinanza delle scuole chiuse, continuano i disagi in giornata per le condizioni proibitive del meteo capitolino: crollato un ramo vicinissimo all'Arco di Costantino, altri alberi crollati sulle principali vie della città e diversi sottopassi di metro e ferrovie mezzi allegati. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento.

Previste "precipitazioni molto intense su tutta la regione dalle prime ore di domani con probabile intensificazione nella giornata di lunedì".