Tifone Mangkhut: almeno 16 le vittime e migliaia gli sfollati

Tifone Mangkhut: almeno 16 le vittime e migliaia gli sfollati

Allarme nelle Filippine dove nel Luzon (zona settentrionale dell'arcipelago) è arrivato il tifone Mangkhut. Altre sei tempeste si stanno diffondendo, o hanno suscitato allarme, in altre parti del mondo: Barijat, Florence, Olivia, Isaac, Helene e Joyce. Mangkhut rischia di essere più potente è distruttivo del tifone Haiyan, che nel 2013 ha causato sempre nelle Filippine 6mila morti.

Si tratta dei primi decessi provocati, anche se indirettamente, dal tifone Mangkhut che si è abbattuto durante la notte sulla costa nordorientale del Paese. Nella giornata di oggi, infatti, nella provincia cinese del Guangdong è in arrivo anche il tifone Barijat. La tempesta ha scatenato venti di 185 chilometri orari. Fra loro, sei persone rimaste uccise in frane, una ragazza annegata e una guardia che è stata schiacciata da un muro che è caduto; a Taiwan invece la vittima è una donna che è stata spazzata in mare.

Vi è il rischio di un'autentica catastrofe umanitaria, visto che il tifone avrà impatto su oltre 4 milioni di persone nelle Filippine, di cui quasi un milione vive in condizioni di estrema indigenza e su abitazioni costruite con materiali non in grado di reggere la potenza di una simile tempesta. C'è preoccupazione per le comunità che stanno ancora facendo i conti con le conseguenze delle piogge monsoniche di luglio e agosto, riferiscono alcuni portavoce dalle Filippine.