Spalletti, parole di fuoco nel postgara sul rigore e giocatori

Spalletti, parole di fuoco nel postgara sul rigore e giocatori

A San Siro il Parma vince 1-0 grazie alla rete meravigliosa di Federico Dimarco, di proprietà dei nerazzurri. Spalletti deve trovare al più presto la risposta visto che l'Inter ha un problema mentale, non di condizione fisica: il tecnico nerazzurro non ha ancora trovato la ricetta per evitare che la squadra si smarrisca al primo episodio contrario della partita visto che questo è avvenuto con Sassuolo, Torino e ieri con il Parma, tre gare su quattro sono abbastanza per individuare una tendenza. "Poi è ovvio che noi dobbiamo fare di più". Non so come funziona il VAR, ma è davvero una cosa clamorosa e chiara. Non credo ci sia presunzione da parte nostra, i ragazzi sono modesti.

Nella giornata di ieri si sono giocati i due anticipi della quarta giornata di Serie A. L'Inter, a sorpresa, è stata sconfitta in casa dal Parma di Inglese e Sepe. "È una questione di tensione, se uno ne senta troppa poi viene limitato".

A fine gara Luciano Spalletti, da buon padre di famiglia, ha difeso la sua squadra, puntando il dito, invece, sulla condotta arbitrale del signor Manganiello reo, a suo dire, di non aver concesso un penalty solare, nella ripresa, a seguito di un tocco con il braccio, a ridosso della linea di porta, proprio di Dimarco, colui che poi si rivelerà match winner nel pomeriggio milanese. Skriniar a destra? Abbiamo la possibilità di mettere Skriniar a fare il terzino destro, si è visto quando ha rincorso Gervinho.