Ryanair, esposto del Codacons sui trolley a pagamento

Ryanair, esposto del Codacons sui trolley a pagamento

L'Enac, l'ente nazionale dell'aviazione civile, "ha scritto alla compagnia Ryanair per chiedere chiarimenti e per richiamare il vettore ad applicare in modo corretto le condizioni di trasporto". Avvisatemi per tempo, grazie", "Complimenti per la scelta di far pagare il bagaglio anche a chi ha prenotato il volo mesi prima delle nuove regole! Una decisione che, a giudicare dai commenti condivisi sulla pagina Facebook Ryanair, non è piaciuta a tanti clienti generando malumori e indignazione. "Siete semplicemente ridicoli, ho deciso di cambiare compagnia e ho già fatto disdetta dei voli prenotati". In particolar modo è la compagnia low cost forse più famosa del mondo, Ryanair ad aver fatto marcia indietro. E già ora per le prenotazioni non sarà più possibile imbarcare in stiva gratuitamente le valigie che pesano fino a dieci chili, ma bisognerà versare 8 euro.

"Ho comprato dei biglietti per Marsiglia ad Agosto per volare a Novembre". "È una cosa inaccettabile, vengono cambiate unilateralmente le condizioni contrattuali", osserva un altro. Una novità retroattiva, in quanto le nuove condizioni non si applicano solo, come comunicato dalla low cost irlandese, "ai viaggi a partire dal 1° di novembre, con prenotazione effettuata a partire dal 1° di settembre".

Le associazioni dei consumatori sono sul piede di guerra e chiedono l'intervento dell'Antitrust nei confronti di Ryanair per le nuove regole del bagaglio a mano. Per tutti gli altri, invece, scatta il pagamento. Le dimensioni massime del bagaglio a mano piccolo gratuito sono 40x20x25. Superati questi limiti, si arriva a a 25 euro. "Il 50% dei nostri clienti continuerà comunque a portare a bordo gratuitamente due bagagli a mano grazie all'acquisto dell'imbarco prioritario e questa nuova normativa sui bagagli accelererà le procedure d'imbarco riducendo i ritardi dei voli".

Il regolamento pare infatti avere valore retroattivo, si applicherà dunque a chiunque debba partire dopo l'1 novembre, anche qualora costui abbia acquistato il biglietto prima che il nuovo regolamento venisse diffuso. La compagnia irlandese rende noto che nei primi tre giorni già oltre diecimila clienti hanno scelto di stivare il bagaglio più piccolo da 10 chilogrammi pagando 8 euro (prima era gratis) anziché il classico bagaglio da 20 chilogrammi al costo di 25 euro. Resta da stabilire in sostanza se la retroattività della nuova politica di Ryanair sia lecita oppure no.