Psg, Buffon: "Arrabbiato per il gol preso, ma siamo nella storia"

Psg, Buffon:

Una scelta definitiva per Gigi Buffon che si è tolto qualche sassolino, nei confronti dei detrattori: "Ci sono dei momenti in cui uno come la mia storia deve fare un passo indietro".

" Con Mancini ci eravamo sentiti a maggio, è stato un colloquio costruttivo". È giusto ricominciare un percorso, io vivo di sentimenti e di emozioni e per la causa che sposo do veramente l'anima, per la Nazionale ho dato anche qualcosa di più. Il portiere esalta il nuovo corso azzurro, ma vede ancora i bianconeri favoriti: "Sono contento che il Napoli stia facendo bene perché ho un rapporto di grande simpatia e stima per Carlo Ancelotti ma la Juve è la Juve".

"Purtroppo a 40 anni non è che uno abbia tanto più voglia, quindi se è così preferisco stare a casa con i miei figli e la mia famiglia". In questo momento credo sia la società italiana largamente davanti a tutti, anche a livello europeo credo si stia attestando tra le prime tre senza alcun dubbio. "E questo è molto bello".

Gianluigi Buffon ha parlato a lungo nella zona mista di PSG-Reims, una partita vinta per 4-1 nella quale è stato protagonista tra i pali. Il Psg comunque vola in Ligue 1 a suon di vittorie: "Abbiamo disputato una buona partita e battuto anche il record di sette affermazioni consecutive che ci permettono di entrare nella storia di questo club". Buffon, infine, assicura che con il collega Areola tutto fila alla perfezione: "Tutte le grandi squadre hanno due grandi portieri".